Chi è Liberato, il misterioso cantante napoletano che piace a Roberto Saviano. Ecco video e testo di Tu T’è Scurdat’ ‘e Me e 9 maggio

di Alberto Muraro

Liberato è il nome di un artista napoletano che nelle ultime settimane è sulla bocca di tutti per il suo stile inconfondibile ma soprattutto per l’alone di mistero che lo circonda: nonostante le sue canzoni 9 maggio e Tu T’è Scurdat’ ‘e Me siamo già diventate famosissime sul web, nessuno per adesso conosce la sua vera identità.

Le prime notizie su Liberato, il cui viso non appare né su Facebook né tantomeno nei suoi video, sono apparse su Rolling Stone, che è riuscito a creare “buzz” su un artista dallo stile originale, particolarissimo e decisamente molto interessante. Il cantante ha suscitato un interesse tale da spingere persino lo scrittore Roberto Saviano a dedicargli un post su Twitter:

Nell’intervista a Rolling Stones, decisamente originale, Liberato rivela di sé pochissime informazioni, per di più in CAPS LOCK e in napoletano stretto: di lui sappiamo che è partenopeo, che non si identifica con i cantanti neomelodici e nemmeno con i rapper, che è del Napoli e che ha scelto l’anonimato per far concentrare le persone sulla sua musica, piuttosto che su un personaggio.

Nel frattempo, zitto zitto, Liberato è riuscito a sfondare le 300.000 views su Youtube per entrambi i suoi singoli di lancio e ad ottenere un posto d’onore al MIAMI Festival di Milano, dove si esibirà (a quanto pare rappresentato sul palco da un corpo di ballo) nella serata del 26 maggio.

Qui sotto trovate video e testi dei due singoli di Liberato, 9 maggio e Tu t’e scurdat’ ‘e me: che ne pensate di questo misterioso cantante?

 

 

LIBERATO - TU T'E SCURDAT' 'E ME

Testo

[Strofa 1] Scennimmo a Mergellin’
Nun ne parlamm’ cchiù
‘E cinche d”a matin’
It’s me and you
‘Na rosa ‘e cient’ spin’
Seje mise senz”e te
‘Na bott’ dint”o cor’
Tu t’hê scurdat’ ‘e me

In gir’ a Mergellin’
Te port’ addo’ vuo’ tu
‘Nu miezz’ pacchettin’
It’s me and you
‘Na rosa ‘e cient’ spin’
Si stongo senz”e te
Ca piogg’ dint”o cor’
Tu t’hê scurdat’ ‘e me

[Ritornello] Tu t’hê scurdat’ ‘e me
Tu t’hê scurdat’
Tu t’hê scurdat’ ‘e me

[Strofa 2] Cade ‘ngopp”o golf’ ‘na stella
Chiove ‘ngopp’a Procida
E tu t’hê scurdat’ ‘e me
Guarda ‘e fuoche abbascio Furcell’
Chiove ‘ngopp’a Nisida
E tu t’hê scurdat’ ‘e me
Chiure ll’uocchie par’ ‘cchiu bell’
Chiove ‘ngopp’ a Procida
E tu t’hê scurdat’ ‘e me
Ce stanno e fuoc’ abbasc’ Furcell’
Chiove ‘ngopp’ a Nisida
E tu t’hê scurdat’ ‘e me

Poi jamme a Marechiar’
Te port’ addo’ vuo’ tu
Parlammo chianu chian’
It’s me and you
‘Na festa a Trentaremi
‘O scur’ è tutt’ blu
Parlammo chianu chian’
It’s me and you
Ballammo ‘nfaccia ‘o mar’
Te port’ addo’ vuo’ tu
Parlammo chianu chian’
It’s me and you
‘Na festa a Trentaremi
‘O scur’ è tutt’ blu
Parlammo chianu chian’
Tu t’hê scurdat’ ‘e me

[Ritornello] Tu t’hê scurdat’ ‘e me
Tu t’hê scurdat’
Tu t’hê scurdat’ ‘e me

[Bridge] Cade ‘ngopp’ ‘o golf’ ‘na stella
Guarda ‘e fuoc’ abbascio Furcell’

[Strofa 3] Poi jamme a Marechiar’
Te port’ addo’ vuo’ tu
Parlammo chianu chian’
It’s me and you
‘Na festa a Trentaremi
Mo ‘o scur’ è tutt’ blu
Parlammo chianu chian’
It’s me and you
Ballammo ‘nfaccia ‘o mare
Te port’ addo’ vuo’ tu
Parlammo chianu chian’
It’s me and you
‘Na festa a Trentaremi
‘O scur’ è tutt’ blu
Parlammo chianu chian’
Tu t’hê scurdat’ ‘e me

[Interludio] Ciento bomb’
Ma nun sent’ ‘a bott’
Je cu’ tte ce so’ rimast’ asott’

[Ritornello] Tu t’hê scurdat’ ‘e me
Tu t’hê scurdat” ‘e me
I love you peccere’
Tu t’hê scurdat’ ‘e me

 

LIBERATO - NOVE MAGGIO

Testo

[Ritornello] Nove maggio m’hê scurdat’
T’hanno visto ca’ turnavi ‘nziem’ a ‘n’at’
Nun me siente, nun me pienz’
Tengo ‘o core ca’ nun può purtà pacienz’

[Strofa 1] Arape l’uocchie e vir’
Ca’ pe’ trasi’ ‘int’all’anema ce vuo’ ‘nu suspir’
Fa’ ‘nu tir’ tu, je nun m’ fir’
Nun ce pozzo mai penzá a ‘stu fatt’ tu nun me crir’
Arape ‘e mane e vir’
Ca’ pe’ caccià ‘na lacrem’ ce vuo’ ‘nu respir’
Fa’ ‘nu tiro tu, je nun m’ fir’
Nun ce pozzo mai penzá a ‘stu fatt’ tu nun m’ crir’

[Ritornello] Nove maggio m’hê scurdat’
T’hanno visto ca’ turnavi ‘nziem’ a ‘n’at’
Nun me siente, nun me pienz’
Tengo ‘o core ca’ nun può purtà pacienz’
Nove maggio m’hê scurdat’
T’hanno visto ca’ turnavi ‘nziem’ a ‘n’at’
Nun me siente, nun me pienz’
Tengo ‘o core ca’ nun può purtà pacienz’

[Bridge] Nove maggio
Nove maggio

[Ritornello] Nove maggio m’hê scurdat’
T’aggio visto ca’ turnavi ‘nziem’ a ‘n’at’
Nun me siente, nun me pienz’
Tengo ‘o core ca’ nun può purtà pacienz’

[Strofa 2] Arape l’uocchie e vir’
Ca’ pe’ trasi’ ‘int’all’anema ce vuo’ ‘nu suspir’
Fa’ ‘nu tir’ tu, je nun m’ fir’
Nun ce pozzo mai penzá a ‘stu fatt’ tu nun me crir’
Tu nun me crir’

[Bridge] Nove maggio
Nove maggio

[Ritornello] Nove maggio m’hê lassato
So’ rimasto sott”a bott’, ‘mpressiunato
Nove maggio m’hê lassato
So’ rimasto sott”a bott’, ‘mpressiunato
Nove maggio m’hê sfunnato
So’ rimasto sott”a bott’, ‘mpressiunato
Nove maggio m’hê sciarmato
So’ rimasto sott”a bott’, ‘mpressiunato
Nove maggio