Seoul Mafia: cancellati i workshop K-pop di marzo causa coronavirus

di Alberto Muraro

Ci sono brutte notizie in arrivo per tuttti i fan del K-Pop. E di Seoul Mafia. Purtroppo, i tanto attesi workshop inizialmente previsti per il mese di marzo sono stati cancellati. Come confermato dal noto youtuber (e ex idol!) per ovvi motivi di salute pubblica non sarà possibile ospitare artisti coreani nei prossimi giorni.

 

Di questa bellissima iniziativa, a proposito, ve ne avevamo parlato su Ginger Generation in questa occasione, poco prima dell’evento dello scorso autunno.

seoul mafia

La motivazione, considerato quello che sta accadendo intorno a noi, è ovvia. Da ormai diverse ore l’arrivo del Coronavirus in Italia ci ha infatti costretto alla massima cautela. Ben 6 regioni italiane, fra cui la Lombardia e il Veneto, hanno infatti annunciato la cancellazione di tutti gli eventi e le manifestazioni di ordine pubblico.

Ecco le dichiarazioni di Seoul Mafia su Instagram Stories:

Comunque ragazzi in tanti mi state chiedendo se a marzo si faranno o no i workshop. Come avevo già annunciato li stavamo preparando da novembre dell’anno scorso. ma in questi giorni per ovvi motivi siamo stati costretti a cancellarli. Almeno per il momento. E spostarli a quando questo momento di panico finirà. Non è molto facile dei workshop con dei koreani nelle sciole italian, Spero possiate capire, rode tantissimo anche a me. La situazione è quella che è, speriamo di farne ancora di più “bellezzosi”in futuro.

La speranza, dunque, è che nelle prossime settimane (o mesi) tutti gli eventi a tema K-Pop di Seoul Mafia possano essere recuperati.

Come vi abbiamo raccontato qui su Ginger Generation, inoltre, il Coronavirus non ha certo creato disagi solo a Seoul Mafia e agli appassionati di K-pop italiani. Le dispoizioni di sicurezza delle 6 regioni italiane colpite dal virus hanno infatti colpito, com’era ovvio, anche tutti i concerti previsti in questi giorni.

Sono così saltati i prossimi live fissati al Forum di Assago e il concerto di Mabel, che si sarebbe dovuto tenere stasera, 24 febbraio, ai Magazzini Generali.

Articoli Correlati