K-Pop: L’importanza dell’apparenza in Corea del Sud

di Sara Greffi
kpop apparenza

In Corea del Sud, le aspettative sono molto elevate e quasi tutto (per non dire letteralmente tutto) si incentra sull’apparenza che le persone danno di sè. Questo influenza anche il k-pop. Quindi ecco spiegato perché il korean star system è un settore di intrattenimento molto più rigido degli altri. Sicuramente, uno dei fattori più importanti risiede nell’influenza culturale, e dunque nella prospettiva che la società coreana ha del mondo dello spettacolo e della vita pubblica.

Tutti i personaggi famosi vengono presi da qualsiasi paese un po’ come dei punti di riferimento e ci si aspetta che incarnino tutti i valori e le aspettative della società da cui provengono.

Che cos’è il lookismo?

Nella società moderna della Corea del Sud, gli standard molto alti e il significato che si dà all’aspetto esteriore vengono chiamati lookismo e causano un grave problema.

Occhi grandi, viso piccolo, pelle pulita, gambe lunghe e corpo magro sono considerati il modello perfetto per la maggior parte delle donne coreane. Di conseguenza, molte di loro hanno fatto o stanno provando interventi di chirurgia plastica e diete rigidissime.

La chirurgia plastica in Corea 

Con lo sviluppo delle tecnologie, si è sviluppata anche la chirurgia plastica, e questo è uno dei settori più sviluppati e famosi della Corea del Sud. Seoul è diventata la capitale mondiale della chirurgia plastica. Secondo le informazioni di questo articolo sulla chirurgia plastica, è stato registrato che la Corea del Sud ha il più alto tasso di cliniche di chirurgia plastica al mondo. Allo stesso tempo, Seoul è considerata la capitale della chirurgia plastica globale. Inoltre, D. Baer scrive che “solo il quartiere di lusso di Gangnam ha 500 centri estetici”.

E’ risaputo inoltre che la chirurgia estetica in Corea è cosi diffusa, che è molto comune ricevere dai propri genitori come regalo un intervento per rifarsi la doppia palpebra degli occhi. Personalmente, alla Sapienza, di sei ragazze coreane venute a Roma per studiare, due di loro mi hanno confessato di essersi sottoposte a questo tipo di intervento. Che ormai è diventato il più comune, quasi da essere considerato come una normale pratica di bellezza.

Il motivo per cui la popolazione coreana ricorre alla chirurgia plastica è probabilmente perché la società ha costretto le persone a farlo. Per essere precisi, in Corea del Sud, a volte l’aspetto estetico è considerato al di sopra di qualsiasi cosa.

Jane Jung, una studentessa sudcoreana che vive a Lynchburg, ha raccontato la sua esperienza circa il lookismo e l’importanza dell’apparenza che c’è in Corea del Sud. Durante l’intervista, ha detto che una sua cugina, per entrare come trainee in una azienda discografica, doveva perdere almeno 10 kg secondo le richieste dei manager, anche se non era affatto grassa.

Inoltre, la maggior parte delle donne coreane ha dichiarato di essere a dieta per un sondaggio di ricerca del Korea Times del 2012. Questo rapporto mostra chiaramente quanto sia grave l’effetto del lookismo.

L’ossessione per l’aspetto fisico viene incentivata da modelli eccessivi nel k-pop

Recentemente, il K-pop, i k-drama e altri spettacoli televisivi di intrattenimento hanno influenzato maggiormente molte persone ad avere l’ossessione del look. Programmi sulla bellezza e sull’apparenza stanno continuando inconsciamente a suggestionare i giovani e la cultura coreana.

Il lookismo significa pensare che l’aspetto sia la cosa più importante per affrontare la vita di società. Questa prospettiva ha influenzato negativamente la società coreana. Tuttavia, non tutti gli interventi di chirurgia plastica e la dieta sono sbagliati. Basta ricordare che lo standard di bellezza e l’importanza dell’apparenza non dovrebbero avere la stessa rilevanza che hanno in Corea del Sud.

Gli effetti distruttivi degli standard di bellezza della Corea del Sud

L’estrema fissazione sull’apparenza porta le donne a voler conformarsi alla società e spendere migliaia di dollari per ricevere interventi di chirurgia plastica. L’ossessione su alcune caratteristiche fisiche può portare l’autostima di qualcuno fino allo sfinimento e quando ogni istituzione in Corea del Sud rinforza l’idea di bellezza, pensarla in questo modo diventa davvero un’epidemia.

Molte donne diventano autocritiche e, di conseguenza, provano un senso di indegnità e ricorrono alla chirurgia plastica. Il motivo per cui la chirurgia plastica può essere più dannoso di quanto sia utile è che anche dopo aver speso tonnellate di denaro per cambiare le proprie caratteristiche per assomigliare a tutti gli altri, non ripara i sentimenti interni di insicurezza e inferiorità. È solo una maschera che fornisce un senso di fiducia superficiale e si aggiunge al ciclo di autocritica a lungo termine.

Distinzione fra ricchi e poveri in base all’apparenza

Sfortunatamente, in Corea del Sud, non c’è assolutamente spazio per apparire diversi o avere un tratto unico quando la cultura della Corea del Sud è accecata da una visione unidimensionale della bellezza. Le tendenze sono importanti da seguire e l’individualità non è in genere glorificata nello stesso modo in cui lo è negli Stati Uniti. E la Corea è un paese molto classista; sembrare “ricco” è lo standard di bellezza. Ad esempio, la pelle chiara è vista come bella perché le persone benestanti non hanno dovuto lavorare nei campi o nelle fattorie. Ovvero la pelle abbronzata è associata alla “bassa classe”.

I coreani sono molto attenti all’aspetto, fa parte della cultura. Si tratta di essere presentabili. Essere presentabili è considerato un segno di rispetto e non essere pigri. Quando le persone si candidano a scuole o posti di lavoro, devono presentare un’immagine perfetta di se stessi. Se si prendono in considerazione le compagnie aeree coreane, si noterà che tutti gli assistenti di volo sono attraenti, e questo non è una coincidenza. I coreani sono molto orgogliosi di essere sempre presentabili ed è evidente in ogni aspetto della cultura coreana.

La fissazione per il colore della pelle

Anche nel settore della cosmetica coreana, di solito esiste solo la base per una pelle più chiara. E’ raro che le aziende fabbrichino e producano prodotti per la pelle abbronzata. Esiste persino un prodotto per sbiancare la pelle con un rapido spruzzo su viso e corpo, che cambia la pelle delle ragazze da un viso pallido neutro ad uno estremamente bianco porcellana impeccabile.

In America e in Italia, l’immagine da ragazza innocente e giovane non è comune negli adolescenti. In effetti, la maggior parte delle ragazze adolescenti italiane/americane vuole apparire più grande e matura. Tuttavia, i coreani sono contrari a questo. Ecco perché c’è un’enfasi enorme sull’aspetto giovanile e innocente. La cura della pelle in Corea è un processo che prende il nome di Skin Care e consiste in dieci fasi con prodotti che costano un’assurda quantità di denaro. Dalla cura della pelle alla pelle chiara, ogni piccola cosa è meticolosamente fissata alla perfezione.

L’ossessione per la bellezza ti accompagna dall’adolescenza

Man mano che i bambini diventano adolescenti, l’enfasi sull’aspetto fisico comincia a diventare sempre più presente. Il fandom del kpop, è composto da molti giovani che prendono come modello le star del k-pop. A loro volta, gli idol spesso si sono sottoposti a più procedure sui loro volti per apparire in un certo modo. Quando i giovani vedono nelle riviste e nella tv certi modelli,  si lasciano ovviamente influenzare. E qual è il modello che va per la maggiore? Essere bello equivale ad avere più successo.

Questo fenomeno non si ferma qui: quando qualcuno vuole un lavoro o vuole frequentare l’università, le foto devono essere incluse obbligatoriamente nel documento per la richiesta di iscrizione. Questo potrebbe non sembrare un grosso problema, ma c’è chiaramente una pressione nel fornire un’immagine di se stessi, sapendo che sarà criticata e giudicata. Il fatto che l’aspetto sia persino qualcosa che viene visto in termini di università o lavoro mostra quanto sia veicolata la società in Corea del Sud.

Fissarsi sull’aspetto porta le persone ad essere insicure

In Corea del Sud, è molto comune confrontare le proprie caratteristiche con quelle degli altri in giovane età. Questo comporta che in età adulta, le insicurezze del passato vengono interiorizzate. Questo a volte rendere le persone anche più superficiali, concentrate più sull’apparenza che sul carattere o l’intelletto. Ciò può portare ad uno scarso processo decisionale. Ad esempio, quando si tratta di scegliere gli amici, ci si baserà su chi è carino piuttosto che su chi è un buon amico.

Spostare l’attenzione dall’apparenza al carattere

Piccole cose come questa in realtà hanno un impatto enorme sulla vita di qualcuno. Quindi, è molto importante far uscire le cose invece che imbottigliare le emozioni. L’interiorizzazione può rovinare davvero le relazioni con le persone, la famiglia e persino te stesso. Questo è un altro problema molto comune in Corea.

Quindi, se la società influenza così tanto il comportamento di singoli individui all’interno di essa, figuriamoci quanto deve essere grande la pressione che gli idol, coloro che devono incarnare il modello perfetto dei valori della società, subiscono ogni giorno.

Se la Corea del Sud non avesse una pressione così intensa sull’aspetto esteriore, allora i coreani non si farebbero tutti questi problemi ad uscire di casa senza trucco, senza sentimenti di insicurezza e senza pressioni per sottoporsi alla chirurgia plastica. Concentrare l’attenzione sul carattere di una persona spingerebbe le persone a voler migliorare se stesse come persone e migliorare la propria vita piuttosto che voler cambiare volto.

Con quale prospettiva giudicare questo fenomeno

Un errore che fanno molte persone è di giudicare questo fenomeno come una scelta personale e pensare che parlare di società coreana in generale escluda qualsiasi tipo di eccezione. Il mito dell’eterna giovinezza è il tentativo che c’è nella società di oggi di preservare la bellezza in eterno attraverso chirurgie plastiche. Quest’ultime hanno dietro non una semplice scelta soggettiva del singolo. E’ una una manipolazione da parte della società che, attraverso pubblicità, spot e programmi tv che promuovono solo certi standard di bellezza e apparenza come accettabili, induce ad una determinata mentalità conforme a quella più diffusa.

Gli standard di bellezza cambiano nel corso degli anni, ma anche solo da paese a paese. Riflettendoci, è uno spreco eliminare la propria originalità fisica per qualcosa di così mutevole.

Articoli Correlati