Float: su Disney+ il nuovo corto Pixar che vi farà piangere

di Federica Marcucci

Si intitola Float ed è uno dei corti Pixar che fanno parte del progetto SparkShorts di Pixar, voluto dallo studio di animazione, per trovare storie uniche e nuovi talenti. Diretto da Bobby Rubio e prodotto da Krissy Cababa, il corto parla del rapporto tra un padre e suo figlio con l’obiettivo di abbattere i pregiudizi delle persone sull’autismo.

Iscriviti QUI per la prova gratuita a Disney+!

La trama del corto:

Un padre scopre che suo figlio è diverso dagli altri bambini in un modo davvero singolare. Per sfuggire al giudizio altrui, il padre cerca di tenere il bambino lontano da sguardi indiscreti, ma quando le capacità di suo figlio diventano pubbliche, deve decidere se continuare a nasconderle o accettare suo figlio così com’è.

Float è ispirato al reale rapporto tra il regista e suo figlio Alex. Sarà per questo livello di dolcezza e intimità che il corto arriva dritto al cuore, proprio come le migliori storie dello studio di Emeryville.

La diversità raccontata con l’immagine del volo, del fluttuare, è poetica e può essere adatta a raccontare non solo l’autismo, ma anche altre realtà. Come raccontano regista e produttrice nel dietro le quinte. Non a caso, nel corto è ricorrente l’immagine del fiore di tarassaco, con i suoi leggerissimi semi volanti.

 

La giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo

Il 2 aprile si celebre la giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo. Float vuole essere un modo per avvicinare persone di ogni età a questa tematica in modo positivo, senza alcun tipo di pregiudizio.

In ogni forma di diversità c’è bellezza. Siamo soltanto chiamati a guardare oltre.

Float è disponibile su Disney+ insieme a tanti altri contenuti della Pixar, Disney, Marvel e National Geographic.

Iscriviti QUI per la prova gratuita a Disney+!

Che cosa ne pensate del nuovo corto Float, lo guarderete su Disney+?

 

Articoli Correlati