Disneyland Paris quando riaprirà e come? Ecco quello che sappiamo

di Alberto Muraro

Inutile che ci giriamo troppo intorno. Alla luce dell’emergenza Coronavirus anche la situazione di Disneyland Paris, così come quella di tutto il settore turistico, è ad oggi molto complicata. Il parco di divertimenti alle porte di Parigi, come vi avevamo raccontato qui, è chiuso da metà marzo 2020 per ovvi motivi. Ad oggi, purtroppo, non ci è dato sapere quando riaprirà e come. Non c’è in ogni caso da disperare.

Che cosa sappiamo sulla riapertura di Disneyland Paris

Scopri qui le incredibili offerte di Flixbus!

disneyland paris

 

Il Presidente francese Emmanuel Macron ha confermato che fino a metà luglio non si potranno tenere eventi e manifestazioni pubbliche. Gli assembramenti saranno insomma off limits ancora per molto tempo. Ma un parco di divertimenti, con le misure di sicurezza adeguate, potrebbe in ogni caso rimanere aperto.

Non perdetevi le serie dedicate a Disneyland su Disney Plus!

 

Questo, per esempio, è il caso di Disneyland Shangai, che il prossimo 11 maggio riaprirà. Considerato che i primi focolai di Coronavirus in Cina si sono registrati fra fine dicembre e inizio gennaio, come potete notare ci sono voluti 5 mesi. Disneyland Shangai sarà un banco di prova degli altri parchi Disney nel mondo, compreso quello francese.

Se l’evoluzione della situazione dovesse essere la stessa anche in Francia, insomma, è credibile pensare ad una riapertura fra fine luglio e inizio agosto. In ogni caso, come d’altra parte sottolineato dai colleghi di Imperoland, biosgna considerare le nuove misure di sicurezza che verranno adottate.

Trivago

Quando riaprirà Disneyland Paris quali saranno le misure adottate?

Le parole d’ordine saranno: distanziamento sociale ed igiene. A Shangai, infatti, il parco ha deciso di ridurre la capienza massima di guest che possono entrare al giorno. Si parla di una capacità del 30% circa rispetto alle normali condizioni. Inoltre, ai guest sarà misurata la febbre prima dell’entrata al parco e verranno fornite mascherine. In aggiunta, per il tracciamento, i guest di Shangai dovranno presentare l’Health QR Code (sistema di contact tracing adottato in Cina basato su codici di colori diversi per indicare contagiati, persone a rischio e soggetti sani o guariti). Ovviamente tutti gli ambienti saranno sanificati con frequenza.

Almeno per un po’ di tempo, purtroppo, bisognerà rinunciare ai Meet & Greet con i personaggi e agli spettacoli dove si potrebbero creare assembramenti.

Gli ultimi aggiornamenti

Come indicato sul sito ufficiale di Disneyland Paris, a causa della pandemia COVID-19 e in linea con le misure governative, il parco rimarrà chiuso fino a prossima comunicazione. Per maggiori informazioni (anche sul rimborso di soggiorni e biglietti) vi invitiamo a cliccare qui

Nel frattempo, in ogni caso, qualcosa di muove anche oltreoceano. Disney ha infatti deciso di riaprire il prossimo 20 maggio, seppure con tutte le misure di sicurezza del caso, il complesso Disney Springs in Florida.

Articoli Correlati