Diodato a Sanremo 2020: significato di Fai rumore

di Giovanna Codella
diodato

Diodato parteciperà alla 70esima edizione del Festival di Sanremo, in programma dal 4 all’8 febbraio 2020. Durante la puntata di lunedì scorso de I Soliti Ignoti, il cantante ha svelato anche il titolo del brano con il quale salirà sul palco del teatro Ariston: Fai rumore.

Il cantante non ha spiegato in trasmissione il significato del brano. Mentre oggi, l’artista ha provveduto a parlarne mediante un’intervista rilasciata a Tv Sorrisi e Canzoni. Con queste parole, Diodato ha descritto la sua canzone, un pezzo che parla di un messaggio davvero molto importante.  Fai rumore è un brano che invita ad abbattere i muri dell’incomunicabilità che è spesso la vera causa dei problemi, in qualsiasi tipo di relazione.

Fai rumore è un invito ad abbattere i muri dell’incomunicabilità, a bruciare le distanze che si creano con i silenzi. Tra esseri umani spesso si vengono a creare silenzi che vanno ad amplificare le nostre incertezze, l’idea che dall’altra parte ci siano idee negative nei nostri confronti. È un invito a farsi sentire nella propria umanità, anche con il dissenso. È un brano in cui credo molto, sono contento di portarlo sul palco di Sanremo e spero possa arrivare al cuore di tante persone. Spero che possano dire “questa canzone è mia”.

Per Diodato, sul palco dell’Ariston, non si tratta della prima volta ma della terza. L’artista d’origine pugliese ha infatti già partecipato al Festival nel 2014 nella categoria Nuove Proposte con il brano Babilonia. Inoltre ha partecipato, questa volta in qualità di Big, all’edizione del 2018 della kermesse, in coppia con il trombettista Roy Paci e con il brano intitolato Adesso.

Cosa vi aspettate da Fai rumore di Diodato?

Articoli Correlati