Björk: ascolta The Gate, il suo nuovo singolo (testo, traduzione e recensione)

di Alberto Muraro

Il folletto islandese è finalmente tornata: uscirà infatti in tutti gli online store e nelle piattaforme di streaming il prossimo 15 settembre The Gate, il nuovo singolo di Björk, primo estratto dal suo nono album e ideale seguito di Vulnicura. Il brano sarebbe dovuto uscire il prossimo 18 settembre ma l’artista, vittima degli hacker, è stata costretta ad anticiparne la pubblicazione.

The Gate, prodotta in collaborazione con il producer e cantautore Arca, è uno splendido viaggio in un amore totalizzante caratterizzato da melodie sognanti e da un gioco di voci ed echi che ricordano da vicino le atmosfere del meraviglioso Medulla.

Qui sotto trovate l’audio, il testo e la traduzione in anteprima di The Gate di Björk: che ne pensate?

Testo

My healed chest wound
Transformed into a gate
Where I receive love from
Where I give love from
Where I receive love from
Where I give love from

And I care for you
Care for you
I care for you
Care for you
Care for you
Care for you
I care for you
Care for you

Split into many parts
Splattered light beams into prisms
That will reunite if you
Care for me
Care for me
If you care for me
Care for me
Care for me
And then I’ll care for you
Care for you
I care for you
Care for you
I care for you
Care for you
Care for you
Care for you

Didn’t used to be so needy
Just more broken than normal
Proud self-sufficiency
My silhouette is oval
It is a gate I can
Care for you
Care for you from

I can care for you
Care for you
I care for you
Care for you
I care for you
Care for you
I care for you
Care for you

You care for me
Care for me
Care for you

Traduzione

la ferita guarita nel mio petto
si è trasformata in un cancello
dal quale io ricevo amore
dol quale io do amore
dal quale io ricevo amore
dol quale io do amore

e io ti voglio bene
ti voglio bene
io ti voglio bene
ti voglio bene
ti voglio bene
io ti voglio bene

separata in molti pezzi
un raggio di luce che si separa in un prisma
questo si riunirà se tu
se tu mi vuoi bene
mi vuoi bene
se tu mi vuoi bene
mi vuoi bene
mi vuoi bene
e poi io ti vorrò bene
ti vorrò bene
io ti voglio bene
voglio bene
io ti voglio bene
voglio bene
voglio bene
voglio bene

una volta non ne avevo così tanto bisogno
soltanto più distrutta che mai
fiera della mia autosufficienza
la mia silhouette è ovale
è grazue ad un cancello che io
ti posso volere bene
dal quale ti posso volere bene

posso volerti bene
volerti bene
io ti voglio bene
voglio bene
io ti voglio bene
voglio bene
io ti voglio bene
voglio bene

tu mi vuoi bene
vuoi bene
io ti voglio bene

Articoli Correlati