Maturità 2020: ufficiale, solo commissari interni e un esterno

di Alberto Muraro
coronavirus

Quello che già si vociferava in tempi non sospetti è stato finalmente confermato. Gli Esami di Maturità 2020, contrariamente a quello che era stato annunciato pre-epidemia, si svolgeranno con una commissione quasi del tutto interna.

Ad annunciarlo nelle scorse ore, in forma ufficiale, è stato il Ministro per l’Istruzione Lucia Azzolina, con un comunicato pubblicato via social. La Azzolina ha infatti ufficializzato la firma dell’ordinanza ufficiale relativa al prossimo Esame di Stato.

Ecco il messaggio di Lucia Azzolina sugli Esami di Maturità 2020!

E-Campus: ricevi gratuitamente informazioni sui corsi universitari online!

lucia azzolina

Sappiamo ormai praticamente per certo che, alla luce degli eventi, non si tornerà a scuola entro la metà di maggio. Il ministro aveva dichiarato che se non si fosse rientrati entro il 12 maggio, infatti, l’Esame di Maturità 2020 sarebbe consistito soltanto in una prova orale.

Gli studenti maturandi di quest’anno, dunque, si troveranno di fronte ad una commissione composta da docenti che già conoscono. Considerati gli eventi, il Ministro ha voluto insomma dare una mano ad ogni singolo istituto e studente, in considerazione del fatto che sono gli stessi insegnanti ad avere il polso sugli argomenti del programma effettivamente approfonditi.

Le commissioni interne saranno disegnate dal consiglio di classe tra i docenti del consiglio di classe stesso.

Resta ora un punto molto importante da chiarire: l’Esame di Maturità 2020 si svolgerà da remoto o in sede? Questa domanda, almeno per ora, non ha una risposta certa. Sarà infatti necessario verificare le condizioni di sicurezza prima di procedere ad una qualunque decisione. Nel caso in cui fosse necessario per motivi di salute pubblica, insomma, gli studenti dovranno sostenere un colloquio da casa. Sempre ovviamente, e ce lo auguriamo, che tutti abbiano a disposizione una connessione internet dignitosa.

E per quanto riguarda il futuro? A settembre i maturandi del 2020 dovranno scegliere se proseguire il loro percorso di studi. La situazione, in ogni caso, rimane molto incerta, senza contare che moltissimi studenti hanno perso ore di lezione e rimarranno indietro con il programma per forza di cose. Vi ricordiamo che, a proposito Grandi Scuole permette da anni a migliaia di studenti il recupero di anni scolastici o di materie. Cliccate qui per ricevere maggiori informazioni!

 

Articoli Correlati