Junior Cally a Sanremo 2020: l’artista parla della sua maschera

di Giovanna Codella
no grazie junior cally

Junior Cally è uno degli artisti in gara a Sanremo 2020. Una partecipazione all’insegna delle polemiche la sua, ancor prima dell’inizio della kermesse canora. La sua presenza è stata infatti aspramente contestata per via dei contenuti espliciti della sua musica, a prescindere da quello che sarà effettivamente il brano presentato. A questo proposito, il rapper romano si è espresso con Tv Sorrisi e Canzoni parlando anche del significato della canzone in gara:

Il brano è ultra rap, antipopulista, quasi mi dispiace aver tolto la maschera a settembre perché sarebbe stato bello farlo da ignoto. Ma forse la rimetterò in futuro. Junior Cally è la maschera e la maschera è Junior Cally, fa parte del mio percorso artistico e musicale, se andiamo ad ascoltare i miei brani degli inizi fino agli ultimi usciti. Fa parte di me, insomma. Sanremo è una grande opportunità, voglio dimostrare di meritarmi quel palco.

Antonio Signore, questo il vero nome di Junior Cally, nasce il 10 ottobre 1991 a Roma. Inizialmente, l’artista viene messo sotto contratto dalla casa discografica Honiro Label, la stessa di Ultimo. L’artista darà ufficialmente il via alla sua carriera con un’identità misteriosa. Per molto tempo, infatti, il cantante si esibirà sempre con indosso una maschera antigas.

Junior Cally spiega chi c’è dietro la sua maschera e parla di No Grazie

Proprio “in incognito”, Junior pubblica, nel 2018, il suo primo disco intitolato Ci entro dentro. All’interno dell’album troviamo il singolo di lancio Magicabula con la produzione di Theodor Malkova, che è lo stesso Junior Cally ma in veste di produttore. Il secondo singolo, Auto Blu, uscirà a marzo del 2018. Il 2019, infine, sarà l’anno della svolta e dell’abbandono della maschera. Junior Cally rivela infatti il suo viso in occasione dell’uscita del disco Ricercato.

Articoli Correlati