Esame di terza media: 5 consigli per creare la mappa concettuale

di admin
esame terza media mappa concettuale

La mappa concettuale aprirà il colloquio orale dell’esame di terza media: in 15/20 minuti dovrete esporre gli argomenti che avete scelto in modo sintetico ma esaustivo. La mappa quindi sarà l’elemento che preparerà la commissione alla vostra prova, ed è dunque importante per dare una buona impressione.

Il primo consiglio per la preparazione di una mappa concettuale riguarda la scelta dell’argomento: non limitatevi a creare mappe che abbiano come tema centrale la prima guerra modiale o un poeta, ma siate originali e prendete ispirazione dalle vostre passioni. Potete per esempio creare una mappa a tema sport, o moda, o magari partendo dalla vostra band preferita o da un film. Se non avete idee, qui e qui potete trovare una rassegna di tesine interessanti a cui ispirarvi.

Il secondo consiglio è quello di collegare all’argomento centrale più materie possibili, cercando di non lasciare nessuna disciplina senza collegamenti. In questo modo dimostrerete di avere una preparazione approfondita e di essere in grado di studiare a tutto tondo.

Consiglio numero tre: curate la grafica! Non presentate un foglio bianco con una mappa nera e schematica, ma fate qualcosa in più. Scegliete un bel cartoncino, magari colorato, e create una mappa visualmente intrigante, con colori e immagini, senza ovviamente esagerare. Se siete brave a disegnare potete anche realizzarla manualmente, per stupire ancora di più!

Consiglio numero quattro: fate diverse prove, magari cronometrandovi. L’esposizione dovrebbe iniziare con una breve introduzione che spieghi perché avete scelto proprio quell’argomento, dopodiché deve seguire il percorso da voi scelto per la vostra mappa in modo da toccare tutti gli argomenti. Mi raccomando, non fatevi prendere alla sprovvista: se il professore volesse farvi una domanda aggiuntiva, probabilmente la farà in base agli argomenti della sua disciplina connessi a quelli da voi trattati. Se per esempio portate la Seconda Guerra Mondiale e parlate del ritiro della Russia, la domanda sulla Rivoluzione Russa scatterà quasi in automatico. Inoltre è un bene arricchire la vostra esposizione, aggiungendo ad esempio curiosità sull’argomento che non sono presenti nei libri di testo o portando con voi del materiale quali foto o disegni.

Ovviamente la mappa è molto importante, così come la vostra preparazione, ma c’è un altro aspetto determinante per la buona riuscita del vostro esame di terza media: il vostro stato d’animo. Il sesto ed ultimo consiglio infatti è quello di restare serene e affrontare l’esame di terza media con calma. Se gli esaminatori vedranno che oltre ad essere preparate siete anche persone che riescono a mantenere la calma in situazioni in cui si trovano sotto pressione, farete una buonissima impressione: e, parlo per esperienza, i professori ne terranno conto.

Qui trovate dei cosigli per affrontare le prove scritte.

E voi, come vi sentite? Avete già iniziato a pensare alla vostra tesina? In bocca a lupo a tutte per l’esame!

Articoli Correlati