Coronavirus: lezioni online anche a Pasqua? Gli aggiornamenti sulla scuola

di Alberto Muraro
uova di pasqua

L’Emergenza Coronavirus prosegue e non smette di mettere in apprrensione studenti, genitori e docenti. Gli scenari, ormai è quasi banale dirlo, sono a dir poco fumosi. Non è per nulla chiaro se e quando si tornerà sui banchi e come si svilupperà il prossimo anno scolastico.

Clicca qui per scoprire come non rischiare di perdere l’anno!

#iORESTOACASA E STUDIO ONLINE: CLICCA QUI PER I DETTAGLI!

 

Uno dei tanti dubbi degli studenti, a proposito, riguarda le vacanze di Pasqua 2020.

Le lezioni a distanza, dunque, si interromperanno a causa del Coronavirus anche durante la settimana di Pasqua?

La risposta a questa domanda è: sì. Come da calendario scolastico, anche le lezioni a distanza si interromperanno. Questo principio, vale però la pena sottolinearlo, sarà applicabile in linea generale. Che cosa significa tutto questo? La risposta è molto semplice: ogni istituto, in base alle proprie necessità, potrà scegliere se fermarsi per qualche giorno o proseguire con le lezioni.

Potrebbe infatti essere necessario, soprattutto alla luce degli ultimi eventi, recuperare lezioni perse. In questo caso sarà responsabilità di ogni scuola decidere se interrompere completamente le lezioni o meno.

Le date delle vacanze di Pasqua 2020

Coronavirus o meno, le vacanze pasquali per la stragrande maggiornaza degli studenti italiani si svolgeranno da giovedì 9 a martedì 14 aprile 2020. Vi ricordiamo che, ufficialmente, la proroga del blocco totale per Coronavirus in Italia è stata fissata fino al prossimo 15 aprile.

E poi cosa succederà?

coronavirus

Passate le vacanze pasquali inizierà ufficialmente il conto alla rovescia per la fine dell’anno scolastico. Il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina, a riguardo, ha lasciato intendere che non si tornerà in classe fino a che gli studenti non saranno messi in condizioni di sicurezza. Considerato che l’emergenza pare sia destinata a durare ancora a lungo, è probabile che nessuno studente italiano tornerà sui banchi prima di settembre.

L’emergenza Coronavirurs, inoltre, costringerà i maturandi del 2001 ad un nuovo approccio alla Maturità. Per il resto sappiamo che a fine anno tutti gli studenti saranno ammessi alla classe successiva. Questo però non vuol dire che tutti saranno promossi. Sarà infatti necessario recuperare eventuali insufficienze a settembre.

Articoli Correlati