L’altra metà: la recensione del nuovo teen drama Netflix

di Federica Marcucci

Dal 1 maggio è disponibile su Netflix L’altra metà, film originale prodotto dalla piattaforma che ci sentiamo di consigliarvi per la intelligenza e profondità. Diretto dalla regista Alice Wu, L’altra metà è un teen drama che volutamente sfugge agli stereotipi, raccontando invece sogni, amori e insicurezze umani più che mai.

La trama del film

Ellie Chu è una ragazza geniale che si arrabatta tra diversi lavoretti per aiutare il padre, capostazione con problemi economici. Tra questi c’è anche lo scrivere saggi per i suoi compagni di classe. Quando Paul, l’atleta della scuola, le chiederà di scrivere una lettera d’amore per la bella e tormentata Aster tutto cambia. Ellie infatti non solo diventerà ottima amica di Paul ma si scoprirà innamorata della stessa ragazza.

LEGGI ANCHE: Non ho mai – Netflix: Ci sarà una seconda stagione?

Perché L’altra metà è un film da vedere

Come ci avvisa la protagonista all’inizio della storia, il film non è una delle “solite storie d’amore” in cui tutti ottengono quello che vogliono. E stavolta va bene così. Perché? Perché i tre protagonisti de L’altra metà riescono a capire meglio se stessi e gli altri proprio nel fallimento, in quel caos che è l’adolescenza – ma anche ovviamente i sentimenti. Il tutto sullo sfondo di una squallida cittadina della provincia americana che non offre particolari opportunità a un giovane.

Se da una parte Ellie vanta una profondità invidiabile per la sua età e un accesso sicuro al college, dall’altra parte deve fare i conti con un papà immigrato e costretto a fare il capostazione per problemi di lingua che non vuole abbandonare. E ovviamente per il suo amore per Aster, colei che molto probabilmente potrebbe essere davvero la sua metà… se solo non fosse lei stessa così confusa sulla direzione da prendere non solo nei sentimenti ma anche nella vita.

Poi c’è Paul che incarna l’amore adolescenziale, forse un po’ superficiale ma mai negativo. Non a caso anche lui dovrà fare i conti con i propri sentimenti, cercando di capire davvero che cosa desidera.

L’altra metà magari non brilla per originalità, ma i personaggi sono delineati così bene e la storia è così ricca di dettagli da essere una perla nel genere teen drama. Una storia che parla di persone vere e in cui gli spettatori possano identificarsi.

Guarda la gallery del film

I dettagli che ci sono piaciuti

L’altra metà è una piccola miniera di citazioni che gli appassionati di cinema o letteratura sicuramente coglieranno o che magari andranno a cercare per curiosità. La citazione che ci è piaciuta di più è quella che Ellie usa nella prima lettera da spedire ad Aster. Una frase tratta dal film di Wim Wenders Il cielo sopra Berlino. Nostalgia, nostalgia di unonda d’amore che salga dentro di me.

Avete già visto L’altra metà su Netflix?

Articoli Correlati