Hollywood – Netflix: Recensione del primo episodio

di Elisa Baroni
hollywood

Da oggi è disponibile su Netflix Hollywood, la nuova miniserie diretta da Ryan Murphy (guarda il trailer qui). Abbiamo visto e il primo episodio e siamo rimasti colpiti. Un ritmo vivace e un finale dopo cui lo spettatore può solo cliccare su “episodio successivo”. Ecco un breve recap

Il protagonista di Hollywood è Jack Castillo interpretato molto bene da Darren Criss. Jack è un ex soldato che si è trasferito da qualche mese a Los Angeles per sfondare o almeno diventare un attore. La moglie è una cameriera e presto scopriamo che è in dolce attesa. I soldi e la sicurezza economica sono molto importanti per lei. Lo capiamo quando la banca nega loro un mutuo viste le poche garanzie e dalla gioia che prova quando Jack inizia a portare a casa molti soldi in più. In questo nuovo lavoro Jack ha in un certo senso sacrificato la sua morale.

Infatti, assunto per lavorare ad una pompa di benzina diventerà presto un gigolò e grazie a questo lavoro entreranno nella sua vita dei personaggi importanti. Uno è sicuramente Archie Coleman che Jack recluta come collega quando si rende conto di non voler soddisfare la clientela maschile. Il personaggio di Archie si lega da subito al tema dell’omosessualità e della razzismo. Durante un fortuito incontro Jack conoscerà anche una ragazza addetta ai casting e riuscirà a varcare il cancello degli Studios.

Il primo episodio di Hollywood mette subito in scena molta vivacità, temi importanti e ci porta all’interno del magico ma anche ocsuro mondo del cinema. La terra dei sogni in cui tutti cercano di realizzarsi non è così scintillante. L’entusiasmo, il romanticismo e la passione con cui Jack cerca di farcela fanno colpo e non vediamo l’ora di scoprire come andrà avanti.

E voi, avete iniziato Hollywood su Netflix? Vi piace?

Articoli Correlati