Harry Styles racconta la rapina che lo ha coinvolto a San Valentino

di Giovanna Codella
harry styles

Lo scorso San Valentino, Harry Styles è rimasto coinvolto in una rapina. I tabloid britannici hanno riportato che è stato minacciato con un coltello per una strada di Londra durante la notte del 14 febbraio. Così, è stato derubato dei contanti che aveva con sé, anche se per fortuna non ci sono state particolari conseguenze.

Soltanto ora, il cantante si apre nel dettaglio su quanto accaduto, durante un’intervista rilasciata su radio Sirius XM:

È successo a San Valentino. Ecco cosa ti capita per essere single in quei giorni. Avrei dovuto avere altri pianiEro a cinque minuti da casa mia, stavo tornando da casa di un amico e vedo questo gruppo di ragazzi, tutti con il cappuccio della felpa tirato su e le facce coperte. Ho pensato che fosse stranoHo attraversato la strada, ma anche i ragazzi hanno attraversato. Poi ho sentito rumore di corsa, come se cercassero di raggiungermi. Quindi ho attraversato di nuovo e così hanno fatto loro“.

Harry Styles ha poi raccontato che il gruppo gli si è avvicinato e gli ha chiesto cosa avesse con sé, così il cantante ha deciso di dar loro tutti  i contanti che aveva in tasca. Ma i rapinatori volevano il suo cellulare:

Uno mi diceva di sbloccarlo mentre l’altro si tirava su la maglietta e mostrava un coltello infilato nei pantaloni. Anche se pensavo che avrei potuto prendere un nuovo telefono, alla fine ho detto semplicemente: ‘Scusa, non posso. Non posso sbloccare il mio telefono’. Ha iniziato a fare il conto alla rovescia: ‘Hai 10 secondi’. E io pensavo: ‘Cavolo, davvero sbloccherò il mio telefono?“.

Proprio allora Harry Styles è riuscito a scappare in un mercatino e a mettersi in salvo: “Penso che visto che aveva avuto i contanti, il gruppo se ne è andato“.

L’artista è ovviamente rimasto provato da questa rapina, ma non ha nessuna intenzione di farsi condizionare da quanto è successo. Il giorno dopo, dunque, è tornato a passeggiare in quella stessa strada.

Articoli Correlati