Athlete A – recensione: I lati oscuri della ginnastica USA nel docufilm Netflix

di Elisa Baroni
athlete a

Athlete A racconta la storia vera dello scandalo di abusi sessuali e insabbiamenti che ha travolto il mondo della ginnastica USA e che nel 208 ha portato alla condanna del dottor Nassar e poco dopo a quello del presidente della federazione. Tra le ultime star della ginnastica a denunciarlo anche Simone Biles. Uno sguardo attento su uno sport di cui all’esterno vediamo la luce e il successo dopo le fatiche ma che nasconde un sistema di abusi fisici e mentali. 

Il documentario segue l’inchiesta di alcuni giornalisti del giornale The Indianapolis Star dopo le accuse di alcune ex ginnaste nei confronti del medico sportivo Larry Nassar. Athleta A racconta in particolare la vicenda di Maggie Nichols, ginnasta di talento che non viene selezionata per le Olimpiadi di Rio probabilmente perchè tra le prime e uniche nel suo gruppo ad aver denunciato gli abusi di Nassar all’allenatrice. Una denuncia che pare cadere nel vuoto perchè scopriremo che ai vertici del sistema il capo della federazione insabbiava da anni denunce simili. Una vera e propria catena di corruzione e insabbiamento che ha permesso centinaia di abusi.

Abusi, sofferenza e insabbiamenti

Athlete A spiega gli eventi che hanno portato all’arresto di Nassar ma scava più in profondità. Lo spettatore scopre la crudeltà dietro agli allenamenti di atlete giovanissime, praticamente bambine. Regimi alimentari rigidi che spesso portano le ginnaste a disturbi alimentari e a ritardi nello sviluppo così da mantenere un corpo minuto. Campi di allenamento durissimi e lontani dai genitori così da “rafforzare le ragazze”. Violenza psicologica, oltre che fisica e un allenamento trasformato in pura crudeltà. La maggior parte dei fatti sono stati resi noti dai giornali. Tuttavia, il documentario focalizza l’attenzione anche su chi ha continuato a difendere Nassar.

Alcune delle vittime che hanno avuto il coraggio di testimoniare sono state accusate di inseguire fama e denaro. Athlete A diventa quindi un momento di riflessione sul bullismo in particolare su Internet. Tutti sapevano, nessuno ha denunciato. Perche? Probabilmente per il fatto che il sistema crudele portava a vincere molte medaglie olimpiche. Un documentario intenso, con testimonianze molto forti che apre gli occhi sul fatto che sessismo e abuso di potere sono ovunque anche in un ambiente sano come dovrebbe essere quello sportivo.

E voi, avete già visto Athlete A su Netflix?

Articoli Correlati