Michele Bravi: ecco di cosa parla l’album La geografia del buio!

di Alberto Muraro
michele bravi la geografia del buio

Come vi avevamo promesso, nella giornata di oggi, 19 febbraio, sono arrivate nuove succose info su La geografia del buio, il nuovo attesissimo album di Michele Bravi.

L’artista umbro ha infatti deciso di rimettersi al lavoro, dopo più di un anno e mezzo dall’incidente, per regalarsi finalmente nuovi pezzi inediti. Non è questa la prima volta, fortunatamente, che Michele è tornato a fare musica. Pochi mesi fa, come vi avevamo raccontato qui, l’artista aveva deciso di tornare ad esibirsi sul palco. Ma questa volta è tutto diverso.

C’è infatti un intero nuovo album di Michele Bravi ad attenderci, un disco molto importante e dal significato profondo. Il disco è stato anticipato da queste parole di Michele via social:

Avere le parole per dire il caos non salva da niente ma almeno disegna il labirinto.

“La Geografia del Buio” è un racconto attraverso la ferita del mondo.

Una perdita di aderenza dal reale e il tuffo in un’oscurità che racchiude in sé la violenza della vita e riscopre nell’amore l’unica salvezza.

Un amore che non combatte il male ma che aiuta a disegnarne la geografia.

L’ufficio stampa dell’artista, proprio questa mattina, ha voluto aggiungere al quadro un ulteriore sfumatura. Ecco dunque quello che ci dobbiamo aspettare dal nuovo progetto di Michele (e quello di cui parla):

L’estetica del disco si sviluppa in una sequenza di immagini oniriche e surreali, allucinazioni, che Michele racconta attraverso le parole e la musica. Si susseguono suggestioni evocative che rimandano a una realtà stravolta e a un profondo dolore che avvolge, immerge e nasconde ogni cosa come una profonda coltre di nebbia. Il concept dell’album è caricato di grande drammaticità, è come se la realtà si palesasse sotto forma di rappresentazione teatrale, dove la separazione tra spettatori e attori è un limite invalicabile.

All’interno di La geografia del buio, vi informiamo, troviamo un totale di 10 canzoni. Almeno per il momento, la tracklist non è stata svelata. Il disco, come saprete, è già disponibile per il pre-order e il pre-save su iTunes e Spotify.

michele bravi

Articoli Correlati