Maturità 2019: la storia del coraggioso ciclista Gino Bartali

di Alberto Muraro

Fra le tracce della Prima Prova della Maturità 2019, svoltasi questa mattina in centiana di scuole italiane, c’è stato spazio (forse un po’ a sorpresa) anche per Gino Bartali. Per tutti quelli di voi che fossero troppo giovani per conoscerlo, stiamo parlando di uno dei più celebri ciclisti italiani di tutti i tempi.

A lui è stata dedicata una delle tracce di attualità incentrata sul tema dello sport e del coraggio.

 

La storia di Gino Bartali

“Ginettaccio’, così era conosciuto Gino Bartali, non è stato solo un fenomeno sulle due ruote. Lo sportivo, durante l’occupazione tedesca nel corso della Seconda Guerra Mondiale, rischiò infatti la vita per salvare centinaia di ebrei. Questa sua coraggiosa impresa gli valse il titolo di Giusto tra le Nazioni” da parte dello Yad Vashem, un riconoscimento per i non ebrei che durante l’Olocausto si sono battuti riuscendo a salvare la vita anche soltanto ad un ebreo. Bartali trasportava infatti foto e documenti da una città all’altra, nascondendoli nei tubi della sua bicicletta, con la scusa degli allenamenti.

La biografia

Gino Bartali, nato il 18 luglio 1914 a Ponte a Ema, vinse per tre volte il Giro d’Italia e per due volte il Tour de France tra gli anni Trenta e Cinquanta e due Tour de France (1938, 1948).

Bartali fu grande avversario di Fausto Coppi, di cui era più vecchio di cinque anni. La loro rivalità divenne leggendaria e fu alimentata anche dalle loro presunte divergenze in ambito politico.

Fra le sue esperienze ricordiamo anche la tv. Nel 1992, infatti, Bartali ebbe l’occasione di condurre il tg satirico Striscia la Notizia. Morì nel 2000 a causa di un attacco cardiaco nella sua casa di Ponte a Ema.

Le tracce della Prima Prova della Maturità 2019

Fra i temi proposti dal MIUR agli studenti a questa Prima Prova troviamo anche una poesia di Giuseppe Ungaretti (l’analisi del testo di Risvegli) e un estratto di Il giorno della civetta di Leonardo Sciacia. Per scoprire tutte le tracce vi invitiamo a cliccare qui!

 

Che cosa ne pensate delle tracce della Prima Prova della Maturità 2019? Conoscevate già la storia di Gino Bartali?

Articoli Correlati