GTO: le avventure di un 22enne vergine tra scuola, moto e teppismo

di Marco Della Corte
GTO: le avventure di un 22enne vergine tra scuola, moto e teppismo

L’anime di GTO giunse presso i nostri lidi su MTV il 7 gennaio 2003. L’anime, tratto dall’omonimo manga di Toru Fujisawa, venne trasmesso ogni martedì all’interno dell’indimenticabile Anime Night. Forse non tutti sanno che Great Teacher Onizuka è solo la terza serie che compone il GTO Universe.

Come leggiamo da GTO The Great Site, il fumetto venne pubblicato in Giappone sulla rivista settimanale Weekly Shonen Magazine a partire dal lontano 1996, per concludersi nel 2002. GTO è la continuazione canonica di GTO Shonan Junai Gumi, ambientata sei anni dopo le vicende della saga precedente. Protagonista di questa divertente, quanto scoppiettante serie manga/anime è il professor Eikichi Onizuka, 22 anni. Non lo conoscete? Restate su questa pagina che ci pensiamo noia  presentarvelo!

GTO: TRAMA DELL’ANIME

GTO narra le avventure di Eikichi Onizuka, insegnante dell’istituto privato Seirin. Eikichi è un ex teppista, di bell’aspetto ma anche un po’ sfigato, dato che è alla perenne ricerca di una mogliettina che possa renderlo felice sotto tutti i punti di vista. Onizuka (che in giapponese significa “tomba del demone”) si è laureato presso un’università di quinta categoria ed è conosciuto nel mondo criminale per la sua giovinezza un po’ borderline.

Insegnante presso una classe composta da ragazzi problematici, in seguito Onizuka saprà accattivarsi le simpatie dei suoi studenti, instaurando con loro un rapporto di amicizia e solidarietà. Il protagonista, nel corso degli anni, è divenuto una vera icona pop in Giappone, per i suoi metodi di insegnamento tanto atipici quanto efficaci. In Italia noi possiamo al massimo vantare il maestro Emilio Ricci della fiction Sei forte maestro o, ancor prima, Stefano Giusti di Caro Maestro, ma questa è un’altra storia…

I PERSONAGGI PRINCIPALI 

Eikichi Onizuka: Da giovanissimo, lui e il suo inseparabile amico Ryuji capeggiavano la terribile banda di motociclisti Onibaku. In seguito, Onizuka decide di mettere la testa a posto (si fa per dire) e si lancia nell’improbabile missione di diventare il miglior docente giapponese. Un po’ difficile per un ex teppista dal cervello ridotto come lo stesso 22enne. Alla fine, nonostante la sua involontaria assenza al concorso pubblico per diventare insegnanti, Eikichi riuscirà a trovare lavoro presso l’istituto privato Seirin, divenendo professore di studi sociali. Da qui partirà la vera storia di GTO!

Azusa Fuyutsuki: una ragazza brillante, coetanea di Onizuka, laureata alla prestigiosa università di Waseda, seconda solo alla Todai. Lei e Onizuka insegnano nello stesso istituto. I due diventano subito grandi amici e stimati colleghi, ma in realtà sotto sotto  covano un sentimento più profondo. In alcuni episodi è ben evidente che i due si piacciono. Azusa è in qualche modo colpita dalla risolutezza di Eikichi e dall’importanza che il giovane dà alla parola data. 

Yoshito Kikuchi: uno studente che ha tutte le carte in regola per sfondare nella società, essendo bello, intelligente e molto amato dalle ragazze. Eccelle tanto nello studio quanto nello sport. È un tipo calmo e riflessivo. Riesce a mantenere la calma anche durante i momenti più critici. Inizialmente nemico di Onizuka, tanto da tentare di farlo licenziare con alcune foto compromettenti, in realtà ritoccate, alla fine diventerà un suo grande amico e alleato. 

Kunio Murai: un ragazzino un po’ arrogante, ma alla fine di buon cuore. È il leader di un gruppetto formato da lui, Tadaaki Kusano e Koji Fujiyoshi. La sua giovane mamma, Julia, ha 37 anni ed è ancora una donna molto attraente, tanto che Murai deve stare attento ad Onizuka, che più di una volta tenterà di corteggiarla nel corso della serie tv. In realtà neanche gli amici di Kunio sono proprio “indifferenti” alla bellezza di Julia, creando non poco imbarazzo al poverino. 

Noboru Yoshikawa: un otaku, amante degli anime, manga e videogame. Non è uno studente brillante e nel corso della storia è frequentemente vittima di bullismo, soprattutto da parte delle ragazze. Alla fine, Yoshikawa si metterà, ironia della sorte, proprio insieme alla sua maggiore aguzzina, Anko Uehara. Quest’ultima, infatti, capirà che Noboru ha un buon cuore e delle qualità nascoste. 

Tadaaki Kusano: non c’è molto da dire su di lui, tranne che è figlio di un impiegato e i suoi genitori temono parecchio la crisi economica, almeno da quello che si legge nel manga. Per il resto è un ragazzo molto allegro e grande amico di Murai e Fujiyoshi. 

Koji Fujiyoshi: appartenente ad una famiglia disagiata, l’unico lusso che il ragazzo può permettersi è una PlayStation. Sarà coinvolto in un complotto di Miyabi Aizawa per far licenziare Onizuka da scuola poco prima della gita ad Okinawa. Tutto inizia quando la classe incarica il giovane di custodire i soldi per una visita guidata, ma lui cade in tentazione spendendo parte del denaro nell’acquisto di un G-Watch, lo stesso modello che aveva visto ad un altro suo compagno di classe. Questo farà scattare una serie di sfortunati eventi che metteranno nei guai il povero professor Onizuka. Aizawa, minacciando il professor Sakurai di rendere noti alcuni suoi hobby un po’ triviali, lo costringerà ad aiutarla a rubare il resto del denaro che Koji custodisce, portandolo nel monolocale di Onizuka, che li sperpererà in un batter d’occhio. Koji inizierà a lavorare part-time per togliere il suo prof dai guai, ma Onizuka si accolla tutte le colpe del caso. Alla fine, tutto si risolverà nel migliore dei modi. 

Miyabi Aizawa: si presenta come una ragazza di aspetto bellissimo, rampolla di una famiglia agiata. Miyabi, nonostante i suoi 18 anni, si presenta già come una ragazza carismatica, con tutte le carte in regola per essere una leader. Odia tanto i suoi genitori, quanto i professori. Anche lei studentessa di Onizuka, farà di tutto per farlo licenziare, ma ogni suo piano andrà irrimediabilmente in fumo. La sua avversione per i docenti nasce dal fatto che in passato una sua amica aveva una relazione amorosa con il suo professore. Questo fatto culminò in uno scandalo, con la morte della stessa ragazza. Nell’ultimo episodio, Onizuka si prenderà la colpa (ingiustificata) di un’aggressione venendo arrestato. Miyabi capirà il buon cuore di Onizuka e, alla fine, gli chiederà scusa. 

Hiroshi Uchiyamada: un vicepreside tanto pervertito quanto sfigato. Il tipico ometto medio giapponese con tanto di occhiali e calvizie. Una vita mediocre la sua, che lo porta ad essere tanto frustrato quanto pauroso. Uchiyamada non ha ideali veri e propri ed è solito predicare bene, ma razzolare male. Fortemente avverso nei confronti di Onizuka, che lo picchiò in metropolitana mentre stava molestando Fuyutsuki, tenterà di tutto per farlo cacciare dal Seirin. Tuttavia, Onizuka sarà sempre aiutato dalla preside. A causa della sua vita difficile, Uchiyamada ha dimenticato la vera missione che contraddistingue un insegnante. Grazie ad una sua alunna che lo andrà a trovare in ospedale, Hiroshi ricorderà l’uomo ligio al dovere che era un tempo, finendo per schierarsi addirittura dalla parte di Onizuka nell’ultima puntata.

INFO E CONSIDERAZIONI

L’anime di GTO risulta essere una piacevole visione, non esageriamo nel dire che questo anime finirà per farvi amare il mestiere dell’insegnante. Alla fine, Eikichi Onizuka è un ragazzo del tutto umano: è un insegnante certo, ma comunque giovanissimo con tutti i pregi e i difetti del caso. Sicuramente, più che un prof, risulta essere un fratello maggiore per i suoi ragazzi. Nonostante i vari vizi (quello di amare particolarmente il genere femminile, pur non essendo quasi mai ricambiato), Onizuka è disposto a tutto nell’aiutare, sia esso un amico, che un alunno od un completo sconosciuto. La serie tv animata consta di 43 episodi e finisce molto prima dell’originale versione cartacea. A differenza di questa, che col tempo va a perdersi culminando in un happy ending fin troppo scontato, l’anime è tanto breve quanto intenso.

Nella serie tv, Eikichi non è un perdente, ma alla fine non trionfa realmente. Alla fine delle sue avventure sarà infatti costretto a lasciare il Giappone per cause di forza maggiore, finendo per insegnare negli States. Dovrà quindi dire addio ai suoi affetti, alla sua vita quotidiana ed al suo grande amore, Azusa. Il doppiaggio italiano è a dir poco magistrale. Troviamo l’insigne Massimo De Ambrosis (Leorio in HXH, Vegeta nei film di Dragon Ball Z) sul protagonista, la soave voce di Rossella Acerbo (Micia in Hello Spank, Azusa Shiratori in Ranma 1/2) su Fuyutsuki e il bravissimo Dario Penne (Gary Oldman in Dracula, Eggman in Sonic X) su Uchiyamada. Da non dimenticare Domitilla D’amico sul personaggio di Urumi Kanzaki, Corrado Conforti su Murai e David Chevalier su Kikuchi.

Le opening e le ending dell’anime vanno dall’adrenalinico al commovente e tra queste ricordiamo senz’altro la prima sigla d’apertura, Driver’s high del gruppo L’arc en ciel oppure la malinconica Shizuku di Miwako Okuda. Se amate l’azione, la comicità e l’ambientazione scolastica, non esitate a dare una possibilità a questa divertentissima serie animata giapponese. 

Voi avete mai visto GTO? Che ricordi avete di questo anime?

Articoli Correlati