Coronavirus: le scuole non riapriranno il 3 aprile. Ecco gli ultimi aggiornamenti

di Alberto Muraro

Aggiornamenti importanti dal Governo. Questa mattina, 19 marzo, il premier Giuseppe Conte ha confermato in un’intervista esclusiva a Il Corriere quello che molti pensavano. Il limite della quarantena per combattere l’emergenza Coronavirus è dunque prorogato oltre il 3 aprile, anche se per ora non c’è una data di fine di questa clausura forzata. Quanto detto fin’ora, ovviamente, avrà riflesso sulla scuola.

Emergenza Coronavirus: quando saranno riaperte le scuole? E come fare per recuperare l’anno?

Clicca qui per scoprire una delle opzioni che hai per non perdere quest’anno!

Il ministro Lucia Azzolina ha risposto pochissime ore fa alle domande di una giornalista Sky che chiedeva delucidazioni sugli sviluppi di questo anno scolastico, già compromesso.

Ad oggi, tutti gli studenti italiani sono a casa (molti seguono la didattica a distanza) dal 9 marzo. Per gran parte degli studenti del Nord Italia invece l’intero mese di marzo è saltato. Bisogna dunque capire ora quando si potrà tornare sui banchi di scuola e, come vi avevamo spiegato qui, è probabile che se ne riparli dopo Pasqua.

Ecco a proposito le dichiarazioni del ministro Azzolina a SkyTg24:

Non è possibile ora darvi un’altra data, tutto dipenderà dallo scenario epidemiologico, dall’evoluzione du questi giorni che sono fondamentali. Come sapete noi ci atteniamo a quello che la nostra comunità scientifica ci dirà. Riapriremo le scuole quando potremo rimandare gli studenti in una situazione di assoluta sicurezza rispetto al Coronavirus.

Le imponenti misure economiche varate dal governo con il decreto Salva Italia, vi ricordiamo, includeranno anche un investimento molto importante. Il Ministro Azzolina ha infatti sottolineato l’importanza di colmare il digital divide per le famiglie più bisognose, fornendo tutte le strumentazioni necessarie per la didattica a distanza.

Resta ora un grande punto interrogativo sugli Esami di Maturità 2020 per tutti gli studenti del 2001. Il Ministro ha rassicurato che si terranno regolarmente a giugno. Certamente, in ogni caso, saranno esami diversi dal solito che terranno conto della delicata situazione.

 

Articoli Correlati