Coronavirus: cosa succederà a scuola a settembre 2020? Ecco il piano

di Alberto Muraro

Con l’arrivo di settembre, dopo tanti mesi di stop forzato, sarà finalmente il momento di tornare a scuola! Terminata (almeno così ci auguriamo) la fase più acuta dell’emergenza Coronavirus, migliaia di studenti potranno rivedere presto i loro compagni e professori.

 

L’istruzione, in questi mesi, è stata senza ombra di dubbio uno dei settori maggiormente messi in crisi dalla pandemia. La didattica a distanza, nonostante gli sforzi dei docenti, ha dimostrato in molti casi di non potersi sostituire in alcun modo alle lezioni in presenza. Ecco perchè è fondamentale che gli studenti tornino in classe, ma ovviamente in totale sicurezza.

Nelle scorse ore, a proposito, il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha di recente inviato alle parti sociali il testo del nuovo piano scuola. Questo è ciò che riportano prestigiosi giornali come Ansa e Repubblica. Andiamo dunque a scoprire quali sono i punti del piano scuola 2020 e cosa ci dobbiamo aspettare dagli istituti a partire dal prossimo settembre!

Il piano scuola 2020: ecco i dettagli

Scopri le incredibili offerte di Mirabilandia per questa estate

scuola
Come già vi avevamo anticipato, nessuna scuola includerà l’obbligo di mascherine né tantomeno i tanti criticati pannelli di plexiglas. Il cambiamento, a livello di organizzazione, sarà in ogni caso inevitabile.

Saranno i presidi di ogni istituto a decidere quali saranno le condizioni per tornare a scuola. Si potrà decidere fra le lezioni in classe, le lezioni online e anche lezioni in spazi fuori dalle scuole debitamente adibiti. Le classi, inoltre, potranno essere divise in gruppi, per materie. Anche le lezioni si potranno svolgere in base a turni stabiliti dall’istituto.

Un’altra delle novità, per venire incontro a questa nuova organizzazione, sarà lo svolgimento delle lezioni anche al sabato per molti istituti.

Questi punti lasciano dunque grande libertà ai presidi delle scuole, che in base alle esigenze potranno scegliere come applicare queste nuove linee guida.

 

 

 

Articoli Correlati