Iscrizioni scuole superiori: in Lombardia primato del liceo scientifico

di admin

Il 12 febbraio si sono chiuse le iscrizioni per le scuole medie primarie e secondarie. Migliaia di ragazzini sono stati chiamati ad esprimere la propria preferenza tra i tanti indirizzi, vecchi e nuovi e per la prima volta secondo i dettami delle Legge Gelmini. In Lombardia, grazie ai dati raccolti dall’Anagrafe Studenti, è possibile esaminare quali siano state le preferenze degli studenti. Il Liceo Scientifico è stato il più gettonato: l’anno prossimo sui banchi di scuola ci saranno 12.500 ragazzi pronti a confrontarsi con la matematica e la fisica. Anche gli altri istituti comunque hanno avuto una buona percentuale di iscrizioni.

Le scelte degli studenti per l’anno scolastico 2011/2012

Vediamo più da vicino quali sono state le altre scelte dei 93.000 studenti lombardi per il prossimo anno scolastico.

I licei vanno per la maggiore, 4 studenti su 10 hanno optato per le 6 nuove tipologie post riforma che ricordiamo essere:

ü  liceo artistico, focalizzato sugli studi artistici.

ü  liceo classico, focalizzato sugli studi umanistici e letterari.

ü  liceo linguistico, focalizzato sullo studio delle lingue straniere.

ü  liceo musicale e coreutico (nato con la Riforma Gelmini)

ü  liceo musicale (confluito nel liceo musicale e coreutico), focalizzato sugli studi musicali.

ü  liceo coreutico (confluito nel liceo musicale e coreutico), focalizzati sugli studi coreutici.

ü  liceo scientifico, focalizzato sugli studi matematico-scientifici. È prevista un’opzione “scienze applicate”, senza latino, ma con un maggior approfondimento verso le scienze e informatica (si veda Liceo scientifico-tecnologico).

ü  liceo delle scienze umane, focalizzato sugli studi umanistico-sociali. È prevista un’opzione “economico-sociale” che prevede lo studio di una seconda lingua straniera e un approfondimento sulle materie economico-giuridiche, senza lo studio del latino.

Come dicevamo il Liceo Scientifico ha raccolto 12.500 iscrizioni seguito dal liceo linguistico con 6.400, 5.600 il liceo delle scienze umane,3.700 il liceo classico, 3600 il liceo artistico e 350 il liceo musicale che ovviamente risente della specificità del suo indirizzo.

Buoni risultati anche per gli Istituti tecnici

Successo hanno riscosso anche per gli istituti tecnici che riscuotono il 29% delle preferenze. Da dopo la riforma sono passati da 10 settori e 39 indirizzi a 2 settori e 11 indirizzi. L’impostazione sarà 2+2+1: durante il primo biennio si studieranno materie comuni, mentre durante il secondo biennio si studieranno la materie dell’indirizzo scelto. L’indirizzo amministrazione, finanza e marketing è stato scelto da 8.900 ragazzi, mentre informatica e telecomunicazioni conta 3.700 iscritti.

… e per gli Istituti professionali

L’11% degli alunni che ora frequentano la terza media hanno scelto per di frequentare, l’anno prossimo, istituti professionali che dopo il riordino sono passati da 5 settori con 27 indirizzi, a due macrosettori con 6 indirizzi. I Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera (ex Istituto alberghiero) ha registrato il maggior numero di iscritti tra gli Istituti professionali quinquennali, fra i percorsi regionali triennali le maggiori preferenze sono state per l’indirizzo Operatore del Benessere.

Articoli Correlati