Emma e Alessandra Amoroso: conferenza stampa di Pezzo di Cuore

di Alberto Muraro

Emma e Alessandra Amoroso hanno presentato questa mattina in conferenza stampa (ahinoi, a distanza) la loro prima attesissima collaborazione. Pezzo di cuore, questo il titolo del pezzo, rappresenta per moltissimi fan delle due artiste un vero e proprio sogno.

emma e alessandra amoroso

 

Ecco tutto quello che Emma e Alessandra Amoroso ci hanno raccontato!

Com’è nata la canzone?

Emma: Era da un po’ di anni che era nell’aria la volontà di fare una canzone, e anche la parte bella dei nostri fan ce lo chiedevano. Poi è stata una scelta istintiva, io ero a Milano per X Factor, lei era a Roma, ci siamo senttie.
Ho sentito un senso di irrequietezza, volevo ricominciare il 2021 con una sensazione di sano ottimismo, volevo fare questa ripartenza con entusiasmo. Ho chiamato Dario Faini, volevo una ballad, senza tempo, qualcosa di forte. Dario e Davide Petrella hanno tradotto tutto in musica e parole. Ho inviato il pezzo Whatsapp ad Ale, le ho detto “Non penso tu possa dirmi di no”. E così è andata, dopo 11/12 anni di carriera distinte e separate finalmente abbiamo trovato modo di unire i nostri mondi.

 

Alessandra: Sono felice e onorata, quando Emma mi ha chiamato è vero che non potevo rispondere diversamente. In realtà non potevo tirarmi indietro ma non l’avrei fatto. Era una volontà che avevamo espresso entrambe. Questo è un dialogo fra me e lei, e io sono felice di quello che siamo oggi e di quello che siamo andando a fare.

Quanto c’è di autobiografico nel pezzo. Cosa vuol dire “Finalmente ho imparato l’amore”?

Emma: Io credo che pezzo di cuore sia una canzone universale. Cantarla insieme è stato facile perché per cantare insieme ci vuole un pregio, sapersi ascoltare. Se no non ascolta l’altro difficilmente vengono fuori delle emozioni. Siamo diverse ma sappiamo ascoltarci. Sappiamo dunque andare all’unisono e raccontare la stessa storia. Autobiografica fino a un certo punto, chi è che non ha avuto momenti di buio. A cena alla fine si finisce per parlare tutti della stessa cosa, che è quello che muove il mondo, l’amore. Quando si impara ad amare se stessi si impara ad amare anche gli altri.

 

Imparare ad amare significa amare innanzitutto noi stessi. La parola amore ogni tanto ci sembra semplice. Io ho rischiato di di vacillare sotto il giudizio e il peso dei pregiudizi degli altri. A volte mi sono data colpe che non avevo. Mi sono inflitta cose dure, a 36 anni ho fatto pace con questa storia e mi voglio bene. Forse è stato così che gli altri hanno trovato una fessura di luce dove entrare.

Com’è stato lavorare in studio insieme?

Emma: Abbiamo registrato in studio da Dario ed è stata una giornata normale, c’era tanta emozione da entrambe. Captavamo il peso specifico di quello che stavamo facendo, e c’era anche il peso del segreto, perché non lo sapeva nessuno. Questo ha creato un’aurea molto profonda intorno a questa canzone. Ci siamo ammazzate di risate, di momenti di grande emotività, io e Alessandra non dobbiamo nasconderci dietro una finta armatura da artista, ci conosciamo tanto nel profondo. Questo ci ha rese molto umane. E ci ha permesso di vivere l’emozione del momento.

Cos’è successo quando l’ha sentita Maria de Filippi?

Alessandra: Maria è molto contenta di questo duo, di vedere finalmente le due figlie insieme cantare, è molto orgogliosa. Passando all’interno dello studio perché io desideravo esprimermi con un’amica on una canzone, e Emma è arrivata nel momento giusto della mia vita.

Ci sarà un disco di coppia Emma e Alessandra Amoroso alla Mina Celentano, magari con un tour alla luce della famosa serata evento all’Arena nel 2012?

Emma: Sarebbe una bella idea, è un bello spunto. Tendenzialmente è momento un po’ incerto. Questa ripartenza deve essere fatta passo dopo passo, dobbiamo lavorare sul presente. Se mai dovesse accadere un disco o un tour insieme sarebbe meraviglioso. Io forse ho troppo entusiasmo, però pensiamo ad oggi e quello che stiamo facendo oggi.

Canterete live questa canzone, a breve?

Emma: Io devo chiudere il capitolo dei 10 anni. Capiamo come si mettono le cose, io mi adeguerò a tutto quello che sarà necessario vista la situazione Covid. Devo far ripartire economicamente il mondo dei live. Credo sia scontato che Alessandra sarà ospite ovunque sarà opportuno, in qualsiasi data. Questo pezzo è nato per essere interpretato dal vivo. Io e Alessandra non abbiamo mai saltato un tour nella nostra carriera, la nostra storia discografica è anche legata ai live.

Quale canzone o quale pregio rubereste all’altra?

Alessandra: io ho avuto la fortuna di cantare un suo brano degli inizi che à Sarò libera, che ho avuto la fortuna di fare in alcune ospitate. Per me duettare con lei è sempre emozionante. Nel brano si sentono Alessandra ed Emma con le loro diversità caratteriali e con le loro sfumature vocali, penso sia bello poter riconoscere due personalità così diverse.

A me una caratteristica che mi piace di Emma è il fatto che lei quando prende le cose è una persona che riflette e pensa. Io sono più istintiva. A volte troppo diversa. Lei è più pacata, più riflessiva.

 

Emma: Alessandra nel suo repertorio ha tantissime hit e canzoni meravigliose. Sicuramente l’imprinting Amoroso per me è legato a Stupida o anche Immobile, lì Alessandra è venuta fuori in tutte le sue capacità. Una dote che mi piacerebbe approfondire o recepire da lei è la sua sana leggerezza, che a me a volte manca.

Vi sentite rappresentanti di una certa solidarietà femminile?

Emma: Vorremo essere portavoci di una condivisione femminile. Le donne insieme hanno una potenza molto grande. Noi ci siamo volute bene fin da subito, non ci siamo mai tirare i capelli, dal 2009 e 2010, siamo cresciute con valori e principi simili. Io spero di essere un esempio, vorrei una maggiore unione fra donne.
Non tutte le donne hanno un moto di solidarietà verso le altre. Sono poche le donne che preferiscono condividere, è difficile trovare donne che facciano cose fianco a fianco. Secondo me dipende da quanto uno è risolto dentro, che tu sia uomo o donna. Quando sai chi sei e quanto vali la cosa funziona. Speriamo di essere di esempio.

Che ricordo avete di quando avete condiviso il palco di Sanremo?

Alessandra: Mi sono c*gata sotto! Avevo le gambe che tremavano, tutti mi parlavano delle scale, avevo paura! Sapevo di stare accanto a lei, di fare una cosa con lei, di avere la sua mano. Ancora oggi a me basta guardare Emma negli occhi e trovo serenità!

Emma e Alessandra Amoroso a Sanremo 2021 ci saranno? Ospiti o conduttrici?

Emma: io voglio essere direttore di palco! Scherzi a parte, io e Alessandra non ci siamo mai tirati indietro alle richieste, abbiamo sempre accolto tutto con grande rispetto. Noi amiamo stare sul palco, che sia quello di Sanremo o qualunque altro sia io che Alessandra saremo ben contente di esserci. Quello che succederà succederà! Noi non abbiamo mai nascosto la nostra ammirazione per quel palco. Nessuno ci ha chiamate per ora, se dovesse arrivare la chiamata la risposta sarà sicuramente sì!

Cosa vi unisce e cosa vi divide come amiche? Su cosa si basa la vostra amicizia? Avete mai pensato ad un programma in televisione insieme?

Alessandra: ci lega una forte amicizia, una forte fiducia reciproca.

 

Emma: la verità di questa canzone è che nata in un momento in cui nessuno si aspettava niente. Anche le nostre case discografiche sono state allineate dopo. Io e lei abbiamo fatto una presa di posizione fortissima, e tutti gli altri si stanno allineando. Questa bomba è esplosa l’altro ieri. Anche per quanto riguarda Sanremo non lo sappiamo ancora, adesso si sta lavorando a quello che potrebbe succedere con questa canzone. Non vogliamo eludere le domande su Sanremo! Tutto quello che verrà, programmi tv inclusi, fa parte di questo processo.

Se ci fossero state le condizioni Pezzo di cuore l’avreste portata in gara a Sanremo?

Alessandra: Sì, certo, perché no? Sarebbe stato bello, è un palco importante per la musica, ci avremmo fatto un pensiero!

Emma: io non mi sarei tirata indietro!

State vivendo l’amore in questo momento?

Emma:  Sì pensavo fosse chiaro che io e Alessandra siamo congiunte!

 

Alessandra: Questo è uno scoop! Abbiamo imparato l’amore per noi stesse, scherzi a parte. Oltre al fatto che ti amo tanto Emma e finalmente te lo posso dire!

 

Articoli Correlati