Ebook contro zaini pesanti e portafogli vuoti

di admin

Sussidiari da tagliare in fascicoli, zaini con le rotelle, bilance nelle scuole… I ministri dell’istruzione hanno proposto di tutto per raddrizzare le spalle di noi studenti, curve sotto il peso di zaini superfarciti di libri e dizionari. Per non parlare poi delle lamentele dei genitori che ogni anno, in libreria, si vedono prosciugare il portafoglio.

Martedì scorso, 10 febbraio, è stato il turno dell’on. Gelmini, impegnata a trovare una soluzione a questi eterni problemi. La circolare emanata dal Ministro dell’Istruzione riguarda proprio i criteri di scelta dei libri del prossimo anno scolastico da parte delle scuole di ogni ordine e grado: ecco i punti principali del documento.

 
Libri scaricabili da internet
La novità più interessante – anticipata già a inizio anno dal Ministro – è che, a fianco del tradizionale libro scolastico cartaceo, le scuole potranno scegliere testi scaricabili in tutto o in parte da internet. Con un decreto di prossima emanazione saranno definite le loro caratteristiche tecniche e tecnologiche. Gli e-book, laddove sia possibile utilizzarli, consentirebbero proprio di "affrontare la questione a lungo irrisolta del peso eccessivo dei libri di testo, tanto più se vengono accompagnate da adeguate misure logistiche quali, ad esempio, la possibilità di lasciare i libri, o almeno una parte di essi, a scuola."
 
Stessi libri per almeno sei anni nella secondaria
I libri scelti non potranno essere cambiati dagli insegnanti per almeno cinque anni nella scuola primaria e per sei in quella secondaria. Rimane, comunque, la possibilità per gli editori di integrare i testi con appendici di aggiornamento, se necessario, in relazione a modifiche dei programmi di insegnamento.
 
Borse di studio e tetti di spesa
Per gli studenti delle scuole medie e dei primi due anni delle scuole superiori appartenenti a famiglie meno abbienti è possibile richiedere alla propria amministrazione comunale borse di studio e rimborsi parziali della spesa sostenuta per l’acquisto dei libri. I tetti di spesa per ciascuna classe di scuola secondaria di primo e di secondo grado verranno stabiliti prossimamente.

Le reazioni di genitori e studenti 

Il Moige (Movimento italiano genitori) ritiene che quello compiuto attraverso la circolare sia "un primo importante passo che deve essere inserito in una ampia strategia di sostegno alle famiglie nell’ambito dell’istruzione dei propri figli".
 
E voi cosa ne pensate? Vedete possibile l’utilizzo di e-book nella vostra scuola? Le novità proposte dal Ministro Gelmini vi sembrano sufficienti?
 
 
Foto di copertina: flickr.com
Foto1: flickr.com

Articoli Correlati