Destinazione Berlino

di admin

La seconda guerra mondiale ha distrutto la maggior parte dei monumenti ma la città è rinata in questi ultimi anni. Luci, edifici ultramoderni, vitalità, parchi, giovani, questa è la nuova Berlino. Prendiamo una bicicletta (le piste ciclabili sono praticamente ovunque) e iniziamo il tour.
La prima cosa da vedere (anche perché alla mattina c’è meno coda all’ingresso) è il Reichstag, il Parlamento tedesco, dalla cui splendida cupola si può avere un colpo d’occhio su tutta la città. A poca distanza si trova la famosa porta di Brandeburgo, sempre circondata dai turisti e dai flash delle loro fotocamere. Da qui, seguendo il viale alberato Unten den Linden, si arriva ad Alexanderplatz, uno dei punti di ritrovo dei giovani berlinesi tra bar e locali perfetti per un ottimo spuntino.

La città del cinema
Un altro luogo di riferimento per i ragazzi è Postamer Platz, un quartiere moderno che ospita negozi, ristoranti e tre cinema per un totale di quaranta sale (non ha caso la metropoli tedesca ospita dal 1951 il Festival Internazionale del Cinema di Berlino). Tra i vari palazzi spicca il Sony-Center e la sua cupola futurista, che di notte si accende di luci colorate. Qui si possono trovare alcuni resti del muro che ha diviso la capitale tedesca fino al 1989. Altre tracce sono sparse per tutta la città, riconoscibili per le frasi e i simboli di pace e libertà dipinti sopra. Della storia di Berlino degli ultimi 50 anni rimangono anche alcuni bunker e passaggi sotteranei e la Gedächtniskirche, la chiesa fortemente danneggiata durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale e lasciata allo stato di rudere in ricordo di quei difficili momenti.

Costeggiando il Tiergarten, l’enorme parco al centro della città dove fare sport, passeggiare o prendere il sole, si arriva all’imponente castello di Charlottenburg per sentirsi principesse almeno per un giorno.

Tra musei e zoo
Berlino è anche famosa per la sua “isola dei musei”, un quartiere che comprende tra le più importanti raccolte storiche e artistiche della città come il Pergamon Museum dove si trovano il famoso Altare di Pergamo e la babilonese Porta di Ishtar. Molto interessanti sono anche il Museo Ebraico e quello di storia naturale in cui ci si trova a quattr’occhi con vari scheletri di dinosauri.

Infine, non si può partire senza un giro allo Zoo della città, uno dei più grandi e ricchi non solo della Germania ma di tutto il mondo. Dalla sua nascita nel 2006, vera star del parco è l’orso polare Knut ma bellissimi sono anche i gorilla, i canguri, i pinguini, i bisonti,…

In una settimana si può vedere gran parte di Berlino ma la voglia di tornare e di vivere indimenticabili momenti in questa splendida città rimane. A quando il prossimo viaggio?

 

Articoli Correlati