Sergio Sylvestre spiega cos’è successo alla finale di Coppa Italia (Video!)

di Alberto Muraro

Ieri sera, in occasione della finale di Coppa Italia fra Juventus e Napoli, Sergio Sylvestre ha avuto l’occasione di interpretare l’inno di Mameli poco prima dell’inizio del match.

sergio sylvestre

Prenotate subito il vostro viaggio! Scoprite qui come fare!

Come vi abbiamo raccontato qui su Ginger Generation, non tutto è andato come ci si sarebbe aspettati. Sergio Sylvestre si è infatti ritrovato, ad un certo punto, letteralmente senza parole. Complice l’emozione del momento, ad un certo punto, l’artista ex vincitore di Amici ha “dimenticato” il testo, regalando al pubblico da casa qualche minuto di imbarazzante silenzio.

Per fortuna, tutto alla fine è andato liscio. Sergio Sylvestre, con un’intonazione come sempre perfetta, ha portato a termine l’esibizione senza ulteriori intoppi, come potete vedere qui sotto.

Sergio sylvestre sbaglia l'inno di Mameli. Partita Napoli Juventus

A poche ore dal fattaccio (e mentre i tifosi napoletani festeggiavano per le strade della città, in barba al distanziamento) Sergio ha voluto spiegare quanto accaduto. L’artista, che si è scusato per i fan per la “gaffe”, ha specificato di non avere dimenticato le parole del testo. L’emozione del momento, in questo senso, gli ha giocato un brutto scherzo!

Per me è stata una serata molto emozionante, non ero mai stato così emozionato. Mi sono bloccato non perché mi sono dimenticato le parole, ma semplicemente mi sono emozionato.
Penso sia stata una sensazione incredibile, vedere uno stadio così vuoto e sentire un eco fortissimo. Mi sono bloccato perché mi veniva una tristezza molto forte.

Ecco le Instagram Stories caricate da Sergio!

Sergio sylvestre spiega cosa è successo quando ha cantato l'inno di Mameli

 

Purtroppo, alla luce di quanto accaduto, l’artista ha ricevuto tantissimi ignobili insulti sul suo profilo Instagram. Moltissimi sono infatti stati gli utenti razzisti che hanno messo mano al social per deridere e denigrare il cantante. Parole vergognose che ci fanno capire, purtroppo, quanto le proteste del Black Lives Matter siano servite davvero a poco in questo senso.

Articoli Correlati