Riverdale: Marisol Nichols infiltrata dell’FBI. La storia diventa una serie tv

di Elisa Baroni
riverdale

Nel mondo di Riverdale la criminalità è un fatto quotidiano e tutti i protagonisti hanno in un modo o nell’altro vissuto da vicino un processo, un omicidio o un reato. A volte però la realtà supera la finzione ed è esattamente quello che è successo a Marisol Nichols (Hermione Lodge nella serie ndr). L’attrice ha raccontato di aver collaborato con l’FBI con il traffico di minori. Ecco qualche dettaglio in più!

L’attrice di Riverdale ha collaborato per ben sei anni come agente sotto copertura per l’FBI. In particolare l’indagine voleva combattere il traffico sessuale di minori. Una storia che sembra la trama di un film e che infatti diventerò una serie tv come leggiamo su Deadline. Sony Pictures avrebbe già acquisito i diritti e vorrebbe farne una serie sulla doppia vita di Marisol Nichols. L’attrice aveva già partecipato a note serie crime come CSI o Law & Order: Unità vittime speciali. Sono entusiasta oltre ogni limite per questo progetto in arrivo, ha scritto. Due delle mie più grandi passioni si uniscono e sarà davvero un sogno che diventa realtà.

Prima di questo incredibile e ammirevole progetto rivedremo però Marisol Nichols come madre di Veronica. Hermione, che inizialmente non doveva essere presente nella quinta stagione, sarà invece parte del cast. Ho avuto una lunga conversazione con Roberto Aguirre-Sacasa, il nostro creatore e showrunner, aveva raccontato. Sono molto orgogliosa di annunciare che Hermione tornerà per la stagione 5. Inoltre, tornerà più forte e probabilmente migliore di quanto sia mai stata. Sono molto felice ed entusiasta di raccontare la sua storia e quel lato di lei. Questo mi dà la possibilità di esplorare altre avventure.

Ecco il post su Instagram dell’attrice di Riverdale:

E voi, siete sorpresi da questa doppia vita dell’attrice di Riverdale?

Articoli Correlati