GingerGeneration.it

Eurovision 2022 in Italia: dove si farà? Ecco le opzioni

scritto da Alberto Muraro
eurovision song contest 2021

Dove si farà l‘Eurovision 2022? La risposta a questa domanda già la sappiamo, perlomeno in parte, ed è: l’Italia! Proprio così: con il trionfo a sorpresa dei Maneskin alla competizione internazionale sappiamo che dopo tanti anni ESC arriverà finalmente dalle nostre parti!

 

Zitti e Buoni dei Maneskin ha infatti permesso all’Italia di poter ospitare l’evento il prossimo anno, quando fra l’altro ci auguriamo che non ci saranno più restrizioni di sorta legate al Covid.

Ma in quale città si terrà l’Eurovision Song Contest 2022? Proviamo a fare qualche ipotesi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ginger Generation (@gingergeneration)

Dove si farà l’Eurovision 2022? Ecco le opzioni

Qualche giorno fa, in conferenza stampa, Claudio Fasulo ha fatto una rivelazione interessante.

Nel caso in cui Francesco Gabbani avesse vinto l’Eurovision Song Contest 2017 infatti l’evento 2018 si sarebbe dovuto tenere a Torino. In conferenza Fasulo aveva però aggiunto che Torino in quel momento era un’idea percorribile, oggi forse non lo è più e quindi un’altra città potrebbe prendere il posto di Torino. Ma quale?

Clicca qui per prenotare la tua vacanza! Scopri subito le incredibili offerte di Trivago!

Trivago

L’Italia ci offre tante opzioni. Di certo le più papabili sono Roma e Milano, che già hanno ospitato eventi musicali internazionali simili. All’Ippodromo di Tor di Valle, per esempio, nel 2004 Roma aveva ospitato gli MTV Europe Music Awards 2004. Milano, invece, nel 2015 aveva avuto l’onore di ospitare gli MTV EMA presso il palazzetto del Forum di Assago. Roma potrebbe essere un’ottima opzione anche alla luce della provenienza dei Maneskin, che nella capitale sono cresciuti e hanno mosso i loro primi passi.

Entrambe queste due opzioni, anche vista la centralità e l’importanza delle due città, potrebbero essere papabili. Chi lo sa invece che EBU non scelga Napoli o l’ancor più suggestiva Venezia?

Nell’attesa di scoprirne qualcosa in più facciamo ancora una volta le nostre più calorose congratulazioni ai Maneskin!