Decreto scuola: ecco i quattro punti fondamentali

di Giovanna Codella
decreto scuola

Il Decreto scuola è legge. Lo ha annunciato poco fa il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina mediante le sue pagine social, scrivendo quest’annuncio:

Il decreto Scuola approvato definitivamente alla Camera è un provvedimento nato in piena emergenza che consente di chiudere regolarmente l’anno scolastico in corso. Il testo è stato migliorato durante l’iter parlamentare grazie al lavoro responsabile della maggioranza di governo. Con l’obiettivo di mettere al centro gli studenti e garantire qualità dell’istruzione. Ora definiamo le linee guida per settembre, per riportare gli studenti a scuola, in presenza e in sicurezza.

 

I quattro punti fondamentali del Decreto Scuola

Tanti sono i punti che riguardano non solo gli studenti e le relative problematiche subentrate a causa dell’emergenza sanitaria ma che coinvolgono anche gli insegnanti e l’edilizia scolastica. Il problema principale e più urgente, però, resta la conclusione di quest’anno scolastico. Ecco i punti più importanti, dal punto di vista dell’allievo:

1.  Lo svolgimento degli Esami di Stato e la valutazione finale degli alunni terranno conto delle difficoltà di quest’anno scolastico dovute al Coronavirus

2. Cambia il sistema di votazione per la scuola primaria: dal prossimo anno scolastico tornano i giudizi descrittivi al posto dei voti in decimi

3.  Ci saranno più tutele per gli alunni con disabilità, con possibilità di reiscriverli allo stesso anno di corso per recuperare il mancato proseguimento degli obiettivi didattici e inclusivi finalizzati alla loro autonomia

4. Per i privatisti ci sono novità per chi fa l’esame a settembre. In attesa di conseguire il diploma, potranno partecipare con riserva alle prove di ammissione ai corsi di laurea e a procedure concorsuali pubbliche, selezioni e procedure di abilitazione per le quali sia richiesto il diploma di abilitazione di II grado.

Per restare aggiornati continuate a seguirci!

Articoli Correlati