BTS in concerto in Italia: non è (più) così impossibile. Ecco perché!

di Alberto Muraro

I BTS in concerto in Italia? Possibile? La speranza è l’ultima a morire. E su Ginger Generation ve l’avevamo raccontato già in tempi non sospetti. Ma ora, al netto della pandemia (inutile girarci intorno, fino alla fine del 2021 è difficile pensare a dei live) le cose potrebbero essere diverse.

Clicca qui per comprare il libro di Seoul Mafia!

 

Già, perché la BTS Army italiana non è più quella di uno o due anni fa ma, proprio come il successo dei ragazzi, si ingrandisce ogni giorno di più. Ecco perché è dunque lecito aspettarsi se non un concerto in Italia, perlomeno un live in una trasmissione italiana. Diciamo così.

Per cercare di capire se e quando i BTS veranno in Italia abbiamo intervistato Seoul Mafia! In occasione dell’uscita del libro Tutta colpa del K-pop, abbiamo chiesto a Marco cosa ne pensasse di questa questione. E lo youtuber, rispetto al passato, è stato possibilista!

BTS in concerto in Italia: ecco cosa ci ha raccontato Seoul Mafia

Clicca qui per comprare Be in versione Deluxe!

 

Ecco cosa ci ha raccontato Seoul Mafia sul possibile arrivo dei BTS in Italia

Abbonati subito a Disney Plus! Clicca qui!

bts in concerto in Italia

Francia e Inghilterra hanno già rapporti bilaterali molto piùforti rispetto ai nostri con la Korea. Il Korean Cultural Center italiano non è certo la stesso di Londra. Non è una questione di numero di fan ma anche di rapporti fra i paesi. […]

 

I concerti che fanno qui si riempiono anche perché ci sono tanti fan che vengono da altri paesi. Non è sicuramente impossibile che vengano in Italia. Tempo fa io avevo parlato con degli amici italiani imprenditori che volevano fare il concerto ma a livello economico non è stato proprio possibile, nonostante loro avessero un budget!

Alla luce  dei nuovi sviluppi Marco ha dimostrato, diciamo così, un po’ più di ottimismo:

Adesso sicuramente c’è una fanbase così ampia che  non è più come tre anni fa. Sono un pochino migliorati i rapporti fra Italia e Korea. Io conosco bene l’ambasciata koreana, devo dire che bisticciano abbastanza con quella italiana, questa è una cosa che mi preoccupa un po’. Però spero che i rappoti migliori. L’unico piccolo ostacolo che vedo per ora è proprio questo. […] Non è così impossibile.

 

Purtroppo stiamo parlandoe della band numero uno al mondo. Stiamo parlando di una band che costa di più di Ariana Grande o di Beyoncé, e non è per modo di dire. Tanti per esempio si aspettavano i BTS a Pechino Express, ma parliamo di budget che la tv italiana non si può permettere. Perché il nostro è un paese piccolino. [..]Se i BTS vanno ad un Late Show americano lo guarderanno gli italiani, gli americani, i sudamericani e i koreani. Se vanno a X Factor Italia, per esempio, comunque è un pubblico più stretto. Comunque le fan italiane esistono e loro ne sono a conoscenza!

Qui sotto trovate il video integrale della nostra intervista a Seoul Mafia!

 

Articoli Correlati