Ariana Grande: il fratello dell’attentatore di Manchester dichiarato colpevole

di Roberta Marciano
ariana grande one love manchester

A tre anni di distanza dall’attentato a Manchester durante il concerto di Ariana Grande, dove persero la vita 22 persone e feriti oltre 200, il fratello dell’attentatore è stato dichiarato colpevole.

Secondo quanto riportato dal noto sito TMZ, Hashem Abedi è stato dichiarato colpevole insieme al fratello Salman Abedi, morto nell’attacco terroristico in quanto si è fatto esplodere al termine del concerto, di aver ucciso 22 persone e di aver messo in atto questo terribile attentato.

I fatti dopo l’attentato al concerto di Ariana Grande

Hashem aveva inizialmente negato di essere coinvolto nell’attentato e aveva condannato le azioni del fratello. Ma nonostante ciò, la polizia ha raccolto prove che dimostrerebbero il contrario. Nonostante Hashem non si trovasse in UK al momento dell’attentato, le sue impronte e il DNA sono stati trovati sulle bombe usate per l’attentato.

L’attentato aveva sconvolto profondamente Manchester e tutto il mondo, per tante ragioni. Quel 22 maggio del 2017 rimane indelebile anche nella memoria della cantante per le giovani persone che hanno perso la loro vita e per quanto questo abbia avuto un impatto anche sulla sua vita.

Ari aveva comunque cercato di trarre qualcosa di positivo organizzando il One Love Manchester in onore delle vittime e per raccogliere fondi per gli ospedali locali. Si è anche tatuata un’ape, simbolo della città e ha fatto uno speciale concerto al Manchester Pride.

Cosa ne pensate della vicenda dopo l’attentato di Manchester al concerto di Ariana Grande?

Articoli Correlati