La videorecensione di Romance of the Three Kingdoms XIV

di Massimo Reina
Romance of The Three Kingdoms XIV

Romance of The Three Kingdoms XIV torna con un nuovo capitolo ambientato nell’antica Cina, durante la caduta della dinastia Han. Nel gioco tutto, dalla guerra agli affari diplomatici, avviene su una mappa composta da 46 città e 340 regioni.

L’obiettivo del giocatore è  scegliere un leader da mettere a capo di una fazione per la conquista della Cina. Importante  quindi selezionare i migliori per guidare le truppe e amministrare i territori conquistati. Ogni personaggio ha infatti delle abilità e una sua individualità, e ogni fazione ne rispecchia gli ideali.

Romance of The Three Kingdoms XIV, la recensione video

[smiling_video id=”117358″]

[/smiling_video]

Nel gioco di Koei Tecmo il ritmo  è ragionato: gli scontri campali, le avanzate o le ritirate, tutto si sviluppa su una singola mappa tridimensionale suddivisa in griglie di forma esagonale.

Le fasi di guerra sono automatiche e includono di tutto, dall’assedio con arieti e catapulte, alle battaglie in acqua, fino ai duelli tra i migliori ufficiali sul campo. Una volta impartiti gli ordini le operazioni si svolgono da sole in base ai compiti assegnati.

Il gioco è disponibile su PlayStation 4, Xbox One e PC, sia in edizione fisica nei negozi che in digitale sugli store online Sony e Microsoft, oltre che su Steam.

Articoli Correlati