Dear Class of 2020: video e traduzione del discorso dei BTS!

di Alberto Muraro

In occasione di Dear Class of 2020, l’evento in streaming di cui vi avevamo parlato qui su Ginger Generation, i BTS hanno tenuto un discorso davvero bellissimo.

Come saprete, ogni anno si tiene a fine anno accademico una speciale cerimonia con il quale personaggi di spicco dedicano ai laureandi i loro speciali auguri. Stavolta, però, tutte le cerimonie in presenza sono saltate causa Covid-19.

dear class of 2020

Prenotate subito il vostro viaggio! Scoprite qui come fare!

Dear Class of 2020, a cui hanno partecipato i BTS, è stata dunque un’occasione incredibile per gli studenti USA. Tutti i laureandi hanno infatti ricevuto un messaggio molto speciale da parte non solo dei Bangtan Boys ma anche, fra gli altri, dei coniugi Obama, di Lady Gaga, di Beyoncé o ancora di Jennifer Lopez.

Qui sotto trovate il video del discorso dei BTS a Dear Class of 2020 e la traduzione delle loro parole!

BTS Commencement Speech | Dear Class Of 2020

RM:

Cara Classe del 2020, fino ad ora è stato un anno strano. Ma ce l’avete fatta. Magari oggi non ci saranno i fiori, o non ci saranno i vostri cappellini. Quello che però avete è forse la più importante cerimonia di laurea della storia. Mai come prima d’ora così tanti si erano raccolti per festeggiare una classe di laureandi per i loro traguardi e per i sogni che hanno realizzato. Potreste guardarci dai vostri letti o dalle vostre stanze, da soli o con qualcuno. Ovunque voi siate, state finalmente per prendere il volo, passando da un mondo ad un altro. Dieci anni fa, l’ultimo giorno delle mie medie, nevicava forte. Mi ricordo molto bene quel giorno perchè ho fatto una foto con i miei amici e l’ho tenuta come foto di messenger per tutti gli altri anni di scuola.

 

Quel giorno, ero solo un ragazzo che aveva chiuso un capitolo ed era pronto a scriverne un altro. E mi ricordo quella sensazione, è davvero incredibile ed elettrizzante. Per me è stato Il momento, mi sono finalmente sentito me stesso. Un sentimento che mi porterò dietro per sempre. Quindi, come vostro coetano, direttamente da Seoul, Korea, voglio dire, congratulazioni.

 

Siamo entusiasti per quello che il mondo ha in serbo per voi. Indipendentemente da voi siete, ci auguriamo che le nostre storie vi possano dare un certo conforto, speranza e magari un po’ di ispirazione.

 

Articoli Correlati