Anna May Wong: ecco chi è la protagonista del doodle di oggi

di Federica Marcucci

Ancora una volta Google è riuscito a stuzzicare la nostra curiosità grazie ai suoi doodle. La protagonista di quello di oggi si chiama Anna May Wong e, probabilmente, fino a oggi molti non avevano mai sentito parlare di lei. Un peccato perché, come  ha ricordato qualche tempo fa Lucy Liu, Anna è stata una vera e propria pioniera. Una donna coraggiosa che ha saputo combattere gli stereotipi razzisti legati alla sua etnia e che ha fatto di tutto per mostrare al mondo il suo talento.

Ma chi è Anna May Wong?

Anna May è stata un’attrice, da molti considerata la prima diva sino-americana del cinema statunitense. Nata a Los Angeles nel 1930 e appassionata sin da piccola da quello che all’ora era ancora il “cinematografo” inizia a recitare. Il suo debutto risale al 1919 e, in breve tempo, Anna May Wong riesce a guadagnarsi diversi lavori nell’industria del cinema – all’epoca ancora muto.

Tuttavia nonostante le sue partecipazioni a film importanti come Il ladro di Bagdad con il divo Douglas Fairbanks, Anna non riesce a scollarsi da ruoli stereotipati. Famosa in tutto il mondo, sul finire degli anni Venti e l’inizio dei Trenta l’attrice viaggia in Europa cercando di affermarsi nel cinema del vecchio continente. Il suo primo film sonoro The Flame of Love, girato in ben tre lingue, fu però stroncato e Anna diradò le sue apparizioni.

La delusione più amara arrivò però qualche anno dopo dalla MGM che rifiutò di prenderla in considerazione per il ruolo di protagonista in La buona terra. Al suo posto fu selezionata l’attrice tedesca Luise Rainer che vinse l’Oscar. Dopo aver partecipato a numerosi film a basso budget, l’attrice tornò a recitare solo negli anni Cinquanta nella serie tv The Gallery of Madame Liu-Tsong. Il suo desiderio di tornare al cinema non si spense mai, ma purtroppo l’attrice venne a mancare a soli 56 anni.

La consacrazione finale

Anna May Wong non ha mai potuto assistere alla sua consacrazione, avvenuta soltanto nei primissimi anni Duemila. Solo vent’anni fa le fu riconosciuto infatti non solo lo status di diva e di icona di stile, ma anche il suo impegno per andare oltre gli stereotipi razziali.

Una donna coraggiosa che è stata in grado di raccontarsi cercando di andare sempre oltre la società di quel tempo. Ecco perché è giusto ricordare figure come la sua.

Che cosa ne pensate di Anna May Wong?

 

Articoli Correlati