L’amore a domicilio: la recensione del film con Miriam Leone

di Federica Marcucci
l'amore a domicilio

Si intitola L’amore a domicilio il nuovo film con protagonista di Miriam Leone che arriva oggi in anteprima su Prime Video. Diretto da Emiliano Corapi, il film, che vede come co-protagonista anche Simone Liberati, è un noir all’italiana che strizza l’occhio alla commedia sentimentale.

Una combinazione riuscita che, non volendo, gioca anche sull’ambientazione domestica che tutti ci siamo trovati a riscoprire in tempi di quarantena. È proprio la casa, in contrapposizione con il caos frenetico della vita romana, che diventa specchio e metafora di una vita non necessariamente più lineare e ordinata.

I due protagonisti, Anna e Renato, sono infatti antitetici e speculari. Giovani, ma a loro modo disillusi cercano di emergere dal caos delle loro vite trovando, infine, l’uno nell’altra un appiglio. Non senza paure o rimostranze.

l'amore a domicilio

Anna infatti è agli arresti domiciliari per rapine a mano armata e conosce Renato per caso, durante il permesso di uscita per sostenere un esame universitario. Lui è un giovane agente assicurativo con una relazione ormai naufragata e non troppi sogni nel cassetto. La ragazza lo travolge e stravolge la sua vita. Ma solo quando Anna otterrà finalmente la libertà Renato sarà chiamato a scegliere tra una vita da condividere non solo dentro le mura domestiche, ma qualcosa di più complicato. La quotidianità.

L’amore a domicilio funziona anche per questo. Perché nel suo piccolo è un film che ci mostra uno spaccato di una generazione senza bussola, spesso intimorita dal futuro sia sentimentale che professionale. Il fatto che sul finale Anna e Renato, entrambi liberi, decidano di continuare a stare insieme diventa un po’ il simbolo di tutte le scelte che vorremmo fare ma che a volte ci spaventa fare.

Insomma, noi L’amore a domicilio ve lo consigliamo. Se non altro per la bravissima Miriam Leone che recita con il suo accento siciliano e si rifà un po’ alle donne fatali e tormentate dei vecchi noir.

Pensate di guardare L’amore a domicilio su Prime Video?

Articoli Correlati