Surf Camp: i luoghi più belli dove trascorrere l’estate e surfare

di admin
surf camp

Se sei alla ricerca di un’esperienza non comune ed estremamente divertente per animare la tua estate, valuta l’idea di trascorrere qualche settimana in un surf camp, strutture nelle quali potrai imparare a praticare il surf. Per descrivere un buon surf camp non esistono parole più azzeccate di quelle scritte dal National Geographic: “la somma quasi magica di onde costanti, alloggi invitanti, gente del luogo amichevole, divertente vita notturna, cibo delizioso e la possibilità svolgere numerose altre attività in caso l’oceano fosse piatto”. Molte strutture offrono infatti la possibilità di svolgere anche attività quali escursioni a piedi o in sup (stand up paddle), lezioni di immersione, yoga, canyoning e molto altro.

In generale la stagione per praticare questo sport va da giugno fino a novembre, con piccole differenze a seconda della meta scelta. Molto importante è valutare accuratamente il proprio livello di competenza (principiante, intermedio o esperto) e scegliere un luogo nel quale la difficoltà delle onde sia commisurata alle proprie capacità. Le strutture sono distribuite letteralmente in tutto il mondo e la maggior parte di queste si trova in veri e propri paradisi naturali, come le isole Fiji, l’Indonesia, il Costa Rica e il Sudafrica.

L’Europa è ricca di spiagge meravigliose dove ogni surfista può trovare le onde adatte alle proprie capacità. Dal gelido Mare di Norvegia sino alle più miti Isole Canarie si può contare su una gamma molto vasta e varia di spiagge e spot naturali, i migliori dei quali affacciano tutti sull’oceano. Sono molti gli elementi da tenere in considerazione nella scelta del surf camp ideale: di seguito ti proponiamo alcune località tra le più belle.

Il Portogallo, grazie alla sua posizione geografica interamente esposta alle acque oceaniche, è sicuramente il punto in cui si concentra il maggior numero di surf camp europei, con una media di almeno uno per spiaggia. Molti surfisti professionisti di fama internazionale hanno affrontato le onde portoghesi e, nel 2013 l’americano Garrett McNamara ha battuto il record mondiale cavalcando un’onda di 30 metri al largo della costa di Nazarè. La regione dell’Algarve, con il suo clima mite tutto l’anno e la posizione leggermente più riparata dalle correnti oceaniche, è il luogo idoneo per prendere confidenza con la tavola da surf: i principianti possono scegliere uno tra i numerosi surf camp delle località di Lagos, Aljezur o Sagrès.

La Spagna offre anch’essa strutture e spiagge adatte ad un primo approccio con la tavola da surf, in particolare nella zona nord dei Pesi Baschi, dove si trovano le località di Santander San Sebastian, cittadina caratteristica e molto vivace che affaccia sulla meravigliosa Bahìa de la Concha. Più a est si trova poi la piccola Mundaka, piccolo villaggio le cui spiagge sono celebri tra i surfisti, esperti o meno, di tutto il mondo per la qualità delle loro onde.

Infine, segnaliamo in Francia la ben nota località di Biarritz, ideale per il surf nei mesi tra settembre e novembre, quando vi è minor presenza di turisti e le spiagge sono più accessibili. Biarritz è la perfetta combinazione tra cultura surf e divertimento, offrendo numerose attività collaterali al surf e occasioni di divertimento dentro e fuori dall’acqua.

Voi cosa ne pensate delle vacanze in un surf camp?

Articoli Correlati