Dimagrire col tè verde: leggenda metropolitana o realtà?

di admin

Si sente spesso parlare di tè verde nel contesto di diete dimagranti e stili di vita sani, ma si tratta di una leggenda metropolitana oppure no?

Il tè verde è un tipo di tè composto dalle foglie più tenere della Camelia Sinensis, non sottoposte ad alcuna ossidazione. Rispetto al tè nero, ha un gusto più delicato. Contiene inoltre un livello di caffeina decisamente inferiore rispetto al tè nero.
Per un tè verde ottimale, è necessaria una temperatura di circa 75 gradi, non di più, perché a temperature più elevate il sapore diviene amaro e si perderebbero gran parte delle proprietà benefiche. Ha inoltre un tempo di infusione breve: solo 2-3 minuti.
Ma quindi, aiuta a dimagrire o no? Anzitutto, bevendo una o più tazze di tè al giorno assumiamo più liquidi. Questo non può che essere un bene!

Una tazza di tè verde caldo

Una tazza di tè verde caldo

 

Inoltre stimola la diuresi, indispensabile per combattere la ritenzione idrica, che affligge molte donne. Esso è inoltre in grado di accelerare il metabolismo. Questo perché le catechine in esso contenute vanno ad attaccare ed eliminare gli adipociti (cellule adipose) in eccesso. In questo modo si ottiene un vero e proprio dimagrimento. Quindi il tè verde è in grado di ridurre l’assorbimento del grasso e di bruciare quello in eccesso. Ma attenzione: affinché faccia effetto, è necessario introdurre discrete quantità di tè durante la giornata, almeno un paio di tazze al giorno. Inoltre esso contribuisce a bilanciare il livello degli zuccheri nel sangue, utile per la prevenzione del diabete.
In conclusione, è bene bere due o più tazze di tè verde al dì per stimolare il metabolismo e l’organismo. Sempre all’interno di un’alimentazione equilibrata e completa però! Chiaramente non aspettatevi miracoli, ma non abbiate dubbi nell’introdurlo nel vostro stile di vita!

Cosa ne pensate delle proprietà benefiche del tè verde?