I Desideri a Sanremo Giovani 2020: testo e audio di Lo stesso cielo

di Alberto Muraro

Congratulazioni ai Desideri (di cui vi avevamo parlato qui, qualche tempo fa su Ginger Generation)! Il duo di artisti è infatti riuscito  in un traguardo davvero molto importante: Salvatore e Giuliano sono fra i 20 finalisti di AmaSanremo! Di che cosa si tratta? Ma del concorso per partecipare al Festival di Sanremo 2020 nella sezione Giovani, ovviamente!

i desideri

Il significato della canzone

Il pezzo dei Desideri in gara a Sanremo 2020 si intitola Lo stesso cielo ed è stato commentato così dai due artisti:

Nei mesi scorsi abbiamo lavorato ad un brano davvero particolare. Uno di quelli che non va solamente sentito con le orecchie ma ascoltato con il cuore. Si racconta una storia d’amore ma anche una piaga dei giorni nostri, quella del cyber bullismo. Tante ragazze e tanti ragazzi ne sono vittime e non sanno come venirne fuori. Ed abbiamo voluto raccontare questa storia in musica ricorrendo in parte alla lingua napoletana, nel nostro stile. Ah dimenticavo con questo brano siamo fra i 20 finalisti di Ama Sanremo, la nuova trasmissione condotta da Amadeus, sognando il palco dell’Ariston. Date un ascolto e scrivetevi il vostro pensiero!

Ecco la canzone dei Desideri, Lo stesso cielo!

AmaSanremo – I Desideri – Lo stesso cielo – Video – RaiPlay

I Desideri cantano il brano “Lo stesso cielo”

Testo

yaaa

io ti guardavo e tremavi
con le mani frenavi i miei baci

non avevi paura di me ma s0lo di aprire il tuo cuore agli estranei ancora una volta
puoi farlo per l’ultima volta
sono anche io come te
e lo stesso dolore che avevo negli occhi che mi ha fatto crescere

nelle notti davanti ad un computer
mille storie con frasi incompiute
non riuscivi mai a chiedere aiuto
e scappavi cercando un riparo sicuro
dalle gente peggio delle iene
non volevi più farti vedere
siamo come due foglie che cadono al vento
ma siamo anche bravi a cadere

come pistole pure e parole fanno male
è na ferita ngopp o’ cuore ce sta ma non se vere (woo)
ce sta ma nun se vere

noi non avremo paura di restare al buio
siamo due stelle cadute nello stesso cielo wo0o
lo stesso cielo woooo

e parole fanno rumore
sono com’ i colpi delle pistole
si parla forte o parla chian
fai sempre male sì ma shpar
e l’odore più letale
come rind’ nun se vede
perché quando soffre o’core a volte è peggio ro veleno

e certa gente non lo sa
che le parole fanno male
e si credon invincibili davanti a un cellulare

certe gente è peggio delle iene
tu sei bella ora fatti vedere

guarda le foglie che tremano al vento e sorridi mentre le vedi cadere

come pistole pure e parole fanno mal’
è na ferita ngopp o’ cuore ce sta ma non se vere, noo0o
ce sta ma nun se vere (wooo)

noi non avremo paura di restare al buio

siamo due stelle cadute nello stesso cielo wo0o
lo stesso cielo woooo

ho copiato gingergeneration

voglio togliere la spina che è dentro al tuo cuore
sentire il tuo battito senza dolore
sei come il rumore delle onde del mare
voglio essere il sale per le tue ferite
sentire il tuo cuore che ritorna a vivere
schiacchiare di te quelle vipere
che ti hanno fatto male per davvero
ora guardami andiamo oltre al limite

noi non avremo paura di restare al buio

siamo due stelle cadute nello stesso cielo wo0o
lo stesso cielo woooo
lo stesso cielo