Non mi avete fatto niente è il titolo della canzone di Ermal Meta e Fabrizio Moro in gara al Festival di Sanremo 2018. Il brano, scritto da E. Meta – F. Mobrici – A. Febo, è un pezzo dal significato molto attuale: il pezzo parla infatti del delicato tema degli attentati terroristici.

 

Ecco come il duo di artisti ha commentato il signficato del brano a TV Sorrisi e Canzoni:

non mi avete fatto niente è la reazione di due artisti al sentimento di paura generato dal terrorismo. Mi è venuta l’idea poche settimane dopo l’attentato di Manchester all’uscita del concerto di Ariana Grande. Ho chiamato Ermal per provare a scrivere questo brano, senza pensare a Sanremo (Fabrizio Moro).

La sua dea mi è piaciuta perché anche di fronte ai drammi della guerra e del terrore possiamo trasformare la paura in forza, è quello che ho fatto nella mia vita e che ho raccontato l’anno scorso in Vietato Morire (Ermal Meta).

A poche ore dalla sua prima esecuzione dal vivo, il pezzo è stato accusato di plagio: il brano ricorda infatti Silenzio, una canzone del 2016 presentata a Sanremo Giovani da Ambra Calvani e Gabriele de Pascali.

Nel bel mezzo del polverone, che si risolverà di certo entro la prossima conferenza stampa, Ermal Meta e Fabrizio Moro hanno pubblicato il suggestivo video ufficiale del pezzo: la clip con i due artisti è stata girata presso l’Augustus Calor di Via Tivoli a Roma, mentre gran parte delle immagini proviene da alcuni dei luoghi più martoriati dal terrorismo del mondo, in particolarmodo dal Medio Oriente.

Testo

A Il Cairo non lo sanno che ore sono adesso
Il sole sulla Rambla oggi non è lo stesso
In Francia c’è un concerto
la gente si diverte
qualcuno canta forte
Qualcuno grida a morte

A Londra piove sempre ma oggi non fa male
Il cielo non fa sconti neanche ad un funerale
A Nizza il mare è rosso di fuochi e di vergogna
Di gente sull’asfalto e sangue nella fogna
E di questo corpo enorme che noi chiamiamo Terra
Ferito nei suoi organi dall’Asia all’Inghilterra

Galassie di persone disperse nello spazio
Ma quello più importante è lo spazio di un abbraccio
di madri senza figli, di figli senza padri
Di volti illuminati come muri senza quadri
Minuti di silenzio spezzati da una voce

Non mi avete fatto niente
Non mi avete fatto niente
Non mi avete fatto niente

Questa è la mia vita che va avanti
Oltre tutto, oltre la gente
Non mi avete fatto niente
Non avete avuto niente

Perché tutti va oltre le vostre inutili guerre
C’è chi si fa la croce
e chi prega sui tappeti
Le chiese e le moschee
l’imam e tutti i preti
Ingressi separati della stessa casa
Miliardi di persone che sperano nella stessa cosa

Braccia senza mani
Facce senza nomi
Scambiamoci la pelle
In fondo siamo umani
Perché la nostra vita non è un punto di vista
E non esiste una bomba pacifista

Non mi avete fatto niente
Non mi avete fatto niente

Questa è la mia vita che va avanti
Oltre tutto, oltre la gente
Non mi avete fatto niente
Non avete avuto niente

Perché tutto va oltre le nostre inutili guerre
Le vostre inutili guerre
Cadranno i marciapiedi
e le metropolitane
i muri di contrasto alzati per il pane
ma contro ogni terrore che ostacola il cammino
Il mondo si rialza

Con il sorriso di un bambino
Con il sorriso di un bambino
Con il sorriso di un bambino

Non mi avete fatto niente
Non avete avuto niente
Perché tutto va oltre le nostre inutili guerre
Non mi avete fatto niente
Le vostre inutili guerre
Non avete avuto niente
Le vostre inutili guerre
Non mi avete fatto niente
Le vostre inutili guerre
Non avete avuto niente
Le vostre inutili guerre

Sono consapevole che tutto più non torna
La felicità volava
Vi come una bolla

 

Che ne pensate del video ufficiale di Non mi avete fatto niente di Ermal Meta e Fabrizio Moro?