Non capita tutti i giorni di passare una mattinata alla presenza di 9 premi Oscar: Meryl Streep, Tom Hanks e Steven Spilberg sono infatti arrivati a Milano per presentare The Post, il film che segna la loro prima collaborazione tutti insieme, al cinema il 1 Febbraio.

Se il binomio Hanks e Spielberg è già rodato, si tratta della prima volta che entrambi hanno l’opportunità di lavorare con le regina di Hollywood. “Non sono mai stato bravo ad invitare le ragazze a ballare” ha scherzato il regista.

Guarda QUI il video dell’intervista di Tom Hanks e Meryl Streep a Che Tempo che Fa!

The Post racconta una storica vicenda che ha coinvolto l’editrice del Washington Post, Katherine Graham (Meryl Streep) ed coraggioso e testardo direttore del suo giornale, Ben Bradlee, ed i tre artisti si sono interrogati sull’importanza della libertà della stampa in questo momento storico.

Embed from Getty Images

I giornalisti sono i guardiani della democrazia. Nel film Nixon ha cercato di impedire, prima al New York Time e poi al Post, di pubblicare i documenti del Pentagono sulla guerra in Vietnam; è stata la prima volta che è stata bloccata la libertà di stampa” ha detto Steven Spielberg durante la conferenza stampa, “oggi questo argomento è ancora di grande rilevanza vista la situazione odierna negli Stati Uniti“.

In The Post c’è una donna che si è trovata ai vertici della sua professione con la difficoltà di far sentire la sua voce in un modo di uomini” ha continuato il regista, “nel momento in cui ha dovuto prendere la decisione più difficile ha trovato se stessa e la sua voce”.

Embed from Getty Images

Meryl Streep ha raccontato che hanno acquisito i diritti per il film poco prima delle elezioni americane nel 2016 e pensavano di fare un film che potesse mostrare quanta strada che avevano fatto le donne, fino ad arrivare ad avere una donna presidente: “Tutti pensavamo che sarebbe andata così, invece ora è diventata una storia che ci dimostra che di strada in fondo non ne abbiamo fatta molta“.

Nel 1971 (anno in cui è ambientato il film) il Post era il secondo giornale locale dopo il Washington Star e questa storia dimostra la grande passione che contraddistingueva il suo direttore che non dormiva la notte pensando al fatto che il grande New York Times avesse una storia che loro non avevano” ha spiegato Tom Hanks, “nel film c’è una scena molto forte in cui il mio personaggio dice: Siamo secondi a casa nostra. Non importa se lavori per un giornale gratis, non vuoi arrivare secondo. Grazie a questa vicenda e successivamente allo Scandalo Watergate, il Post è diventato un giornale degno del suo appassionato direttore“.

Altri due grandi temi del film sono il coraggio e la leadership della donne: “Quella che raccontiamo in The Post è una storia di tanti atti di coraggio, ovviamente uno di questi è quello del mio personaggio che prende una decisione così forte senza avere vera consapevolezza della sua leadership” ha spiegato Meryl, “Il coraggio si può imparare? Katherine Graham lo ha imparato, forse noi non lo insegnamo abbastanza alle nostre ragazze. Se insegnassimo più spesso alle giovani donne cos’è il coraggio, lo userebbero di più“.

Durante la conferenza stampa di The Post s’è parlato anche del movimento Time’s Up e della sensibilizzazione sulla violenza contro le donne: “Perché c’è voluto così tanto a dire ‘tempo scaduto’? Perché forse come essere umani impariamo lentamente? Non so perché ma sento che l’aria è davvero cambiata. Sono anni che in altri ambienti di lavora si combatte questo problema ed ora che Hollywood, con i suoi grandi nomi e i bei volti, è sceso in campo, molte donne hanno trovato il coraggio di parlare. Forse faremo ancora dei passi indietro, ma poi sono ottimista che continueremo ad andare avanti” ha detto Meryl Streep.

Non è un problema solo delle donne, ma sono gli uomini che devono imparare a controllarsi, a comportarsi in modo adeguato ed ad accettare un no come risposta. Finché questo non avverrà ci sarà un disequilibrio” ha concluso Spielberg, “Spero che  il film possa essere d’ispirazione per molte donne che non hanno ancora trovato la forza di far sentire la propria voce“.

Guarda il trailer di The Post di Steven Spielberg: