Manca ancora un mese all’arrivo di Coco nei cinema italiani. Tuttavia i pronostici sono chiari, perché a quanto pare il film è destinato a entrare nel cuore di chiunque. A scapito della politica trumpiana il film sta praticamente sbancando in Messico, quasi a dimostrazione che non esistono confini e barriera. Inoltre le prime recensioni dei critici americani sono oltremodo positive.

Coco è stato accolto all’unanimità come un elogio del valore più importante che esista: la famiglia. Il tutto condito da buoni sentimenti e qualche lacrima, in puro stile Pixar, ma sempre con un gran rispetto nei confronti della coloratissima cultura messicana. Paese in cui il film è ambientato e a cui le vicende sono ispirate.

Ecco che cosa ne pensano i critici americani di Coco:

Peter Travers di Rolling Stone scrive: “Il gioiello Pixar del Giorno dei Morti omaggia la cultura messicana con un’animazione che va oltre il piacere visivo, un’energia comica e uno schiaffo emotivo”.

Il New York Times ha lodato le innovative tecniche d’animazioni, perfette per raccontare una storia così emozionante: “Una delle cose belle nel vedere il nuovo film Pixar è avere l’opportunità di essere stupiti da quello che può fare l’animazione”. Ma anche il modo in cui viene affrontato il delicato tema della morte in un lungometraggio d’animazione.

Variety scrive: “L’ultimo film Pixar differenzia lo stile dei personaggi, con una formula non sempre delle migliori, costruendo un musical ispirato al Dia de Los Muertos della tradizione messicana.”

The Guardian scrive: “L’avventura vibrante e malinconica della Pixar è un rinfrescante ritorno alla forma”.

Diretto da Lee Unkrich, regista di Toy Story 3, il film arriverà nei cinema il 28 dicembre.

La trama di Coco:

Coco narra le vicende di Miguel, un ragazzino di dodici anni che vive in un villaggio messicano. Affascinato dalla cultura musicale del suo paese, Miguel deve combattere tuttavia con la sua famiglia, i Rivera, calzolai che non ammettono in casa alcun tipo di forma musicale perché convinti di essere vittima di una maledizione. Tutto a causa del bisnonno che abbandonò la bisnonna Imelda per diventare un grande musicista. Così è stata proprio lei a bandire la musica in casa Rivera.

Ma la passione di Miguel è troppo forte, così spinto dal desiderio di essere come il suo idolo musicale Ernesto de la Cruz, il ragazzino si ritrova nel Mondo dei Morti. Qui incontrerà tanti personaggi, tra cui il simpatico scheletro Hector, la bisnonna Imelda, nonché tante anime di trapassati. Ma il suo obiettivo è quello di trovare Ernesto de la Cruz e spezzare così la maledizione della sua famiglia. Ce la farà?

Guarda il trailer di Coco: